Image

Quali sono le forme di pancreatite cronica?

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas che può essere acuta o cronica. Le forme di pancreatite cronica sono diverse. Ognuno di loro è caratterizzato da alcuni cambiamenti patologici che si verificano nei tessuti del pancreas.

Attenzione! La pancreatite cronica di solito si verifica dopo lo stadio acuto della malattia ed è caratterizzata da un processo infiammatorio costante, che porta alla distruzione del funzionamento del corpo.

Il pancreas svolge un ruolo importante nel funzionamento dell'intero organismo, partecipa al processo di digestione. Come risultato dell'infiammazione, riduce la produzione di enzimi, senza i quali è impossibile il normale trattamento del cibo in entrata. Inoltre, questa mancanza di enzimi porta al deterioramento della circolazione sanguigna nel corpo, alla formazione di cicatrici e focolai di necrosi.

I sintomi generali del decorso cronico della malattia sono i seguenti:

  • Dolore di vari gradi di intensità e localizzazione.
  • Aumento della temperatura corporea, che è causato dal processo infiammatorio della corrente attiva nel pancreas.
  • Instabilità della pressione sanguigna.
  • Nausea e vomito, gonfiore e eruttazione. Nel vomito c'è una miscela di bile, che è associata a una violazione del deflusso della bile dovuta al blocco dei dotti.
  • Colore giallo della pelle e delle mucose, compresa la sclera degli occhi.
  • Perdita di peso
Una delle manifestazioni della pancreatite è il giallo della pelle e delle mucose, compresa la sclera degli occhi

Classificazione generale della malattia

È accettato per distinguere pancreatite cronica primaria e secondaria. Nel caso della forma primaria di pancreatite cronica, il processo infiammatorio si sviluppa inizialmente direttamente nel pancreas. Secondario si verifica sullo sfondo di altre malattie del tubo digerente.

A causa della presenza di pancreatite cronica è diviso in tossici, autoimmuni ed ereditari. La pancreatite cronica tossica si sviluppa a causa di abuso di alcool, fumo, esposizione a droghe e tossine.

Una forma piuttosto rara della malattia è la pancreatite autoimmune, che è caratterizzata da un danno non solo al pancreas, ma anche ad altri organi. Ciò si verifica a causa dell'aumentata attività del sistema immunitario, quando le cellule del corpo soffrono dell'azione del loro stesso sistema immunitario. Inoltre è accompagnato da dolore, ittero, sintomi dispeptici, disfunzione del pancreas, sindrome astenica. Come risultato della pancreatite autoimmune, sono colpiti i polmoni, i reni, il fegato e le ghiandole salivari.

Suggerimento: La forma ereditaria di questa malattia si sviluppa come conseguenza della mutazione dei geni corrispondenti. In questi pazienti, i sintomi della pancreatite cronica si sviluppano durante l'infanzia e la malattia progredisce rapidamente.

Inoltre, hanno un rischio significativamente maggiore di sviluppare adenocarcinoma pancreatico.

Forme cliniche della malattia

Esistono diverse forme cliniche di pancreatite cronica. Ognuno di loro ha i suoi sintomi e le sue cause di sviluppo. Quindi, è consuetudine distinguere le seguenti forme di pancreatite cronica:

  • ostruttiva;
  • calcificazione;
  • parenchimale;
  • psevdomutorozny.

La pancreatite cronica ostruttiva è caratterizzata da un lungo ciclo di 6 mesi. Questa forma della malattia è causata dal blocco del dotto, attraverso il quale il succo pancreatico penetra nel duodeno.

Attenzione! Le cause della pancreatite ostruttiva possono essere tumori che sono sorti direttamente in questo organo, duodenite, cicatrici postoperatorie sul pancreas, pseudocisti.

I suoi sintomi si manifestano in dolori ricorrenti nella parte superiore dell'addome. Sono aggravati dopo aver mangiato, specialmente grassa e piccante, e anche quando sono distesi sulla schiena. Spesso ci sono eruttazioni, gonfiore, nausea e vomito e feci molli. Inoltre, c'è il giallo della pelle e delle mucose. Ciò è dovuto all'aumento dei livelli di bilirubina nel sangue. Come risultato di questa malattia, il paziente può sviluppare il diabete. Questa forma della malattia richiede un trattamento chirurgico.

La pancreatite cronica ostruttiva è causata da un blocco del dotto, attraverso il quale il succo pancreatico penetra nel duodeno

La forma calcifica è caratterizzata dalla formazione di calcoli di calcio in tutte le parti dell'organo. Ciò accade più spesso a causa di abuso di alcol. Inoltre, le cisti si formano nei condotti e si verifica l'atrofia tissutale. Secondo la forma del flusso, è simile alla pancreatite acuta.

La forma parenchimale è caratterizzata da una violazione della funzione secretoria del pancreas. In questo caso, non ci sono danni ai dotti della ghiandola e in essa non si formano calcificazioni. È caratterizzato da un decorso lento e dall'assenza di una sindrome del dolore pronunciata. Il suo quadro clinico viene spesso cancellato e quindi vi sono difficoltà nella diagnosi.

La forma pseudomorfa della pancreatite cronica si sviluppa come conseguenza del suo prolungato decorso (5-15 anni). La malattia è caratterizzata da un aumento dell'organo, che si verifica a causa della proliferazione della testa della ghiandola e un aumento significativo dei suoi dotti. Spesso questa forma della malattia entra nel cancro. La malattia è accompagnata da dolori gengivali, nausea, vomito, instabilità delle feci, ittero, perdita di peso.

La gravità e lo stadio della malattia

A seconda della natura del corso, ci sono 3 gradi di gravità della pancreatite cronica: lieve, moderata e grave. Nella forma lieve di pancreatite cronica, le esacerbazioni della malattia si verificano 1-2 volte l'anno, sono di breve durata. Fondamentalmente, tali esacerbazioni si verificano a causa della malnutrizione. Quando si verifica una sindrome dolorosa, viene rapidamente interrotta dai farmaci. Dopo l'esacerbazione, il paziente si sente soddisfacente. Con un decorso lieve della malattia, le funzioni pancreatiche di solito non sono disturbate, il paziente non ha alcuna perdita di peso corporeo.

La forma calcificante è caratterizzata dalla formazione di calcoli di calcio in tutte le parti del corpo e dalla presenza di cisti

La gravità media della malattia è caratterizzata dalle seguenti manifestazioni:

  • esacerbazioni si verificano fino a 4 volte l'anno;
  • dolore prolungato;
  • moderata interruzione del funzionamento del pancreas;
  • durante l'ecografia, vengono rilevati segni di cambiamenti strutturali nell'organo;
  • si nota una moderata perdita di peso.

Il decorso severo della malattia è caratterizzato da lunghi periodi di esacerbazione, con una pronunciata dispeptica e sindrome del dolore. Tali attacchi di esacerbazione si verificano abbastanza spesso e sono accompagnati da grave diarrea e una significativa riduzione del peso del paziente. Inoltre, ci sono marcate anormalità nel pancreas, in particolare, la sua funzione esocrina.

Inoltre, gli esperti identificano lo stadio di sviluppo della pancreatite cronica. Loro 4. Il primo stadio - perclinico - non ci sono segni clinici della malattia, e la malattia stessa viene diagnosticata casualmente durante i metodi di esame strumentale e di laboratorio. Al secondo stadio iniziano a comparire i primi segni, il principale è il dolore nell'addome del carattere della cintura. Le manifestazioni dispeptiche possono essere assenti. Questo stadio della malattia può durare da 5 a 10 anni. Durante questo periodo si alternano periodi di esacerbazione e remissione.

Il terzo stadio è caratterizzato dalla presenza costante dei sintomi clinici della pancreatite cronica. Il dolore acuto acuto si presenta e aumenta dopo un pasto. Inoltre, in questa fase, compaiono segni di insufficienza pancreatica endocrina ed esocrina.

Il quarto stadio (trascurato) è caratterizzato da atrofia pancreatica. L'intensità della sindrome del dolore è significativamente ridotta, gli attacchi acuti si ritirano. Ma allo stesso tempo si verificano steatorrea e significativa perdita di peso, il diabete mellito si sviluppa. In questa fase, la malattia può trasformarsi in cancro.

Pancreatite - che cos'è, cause, primi segni, sintomi e trattamento della pancreatite negli adulti

La pancreatite è una malattia infiammatoria del pancreas. Il motivo principale è una violazione del deflusso del succo digestivo e di altri enzimi prodotti dal pancreas nell'intestino tenue (duodeno). La frequenza di pancreatite e altre malattie del pancreas è in aumento in tutto il mondo. In primo luogo, ciò è dovuto a scarsa nutrizione, abuso di alcool, degrado ambientale.

L'articolo esaminerà in dettaglio: che cos'è, quali sono le cause principali, i primi segni e sintomi, e quale trattamento è prescritto per la pancreatite negli adulti, e cosa è necessario sapere se si è verificato un attacco.

Cos'è la pancreatite?

La pancreatite è un processo infiammatorio-degenerativo nel pancreas. Se un tale processo si manifesta, gli enzimi prodotti dal pancreas non entrano nel duodeno. Di conseguenza, iniziano ad agire attivamente nel pancreas, distruggendolo gradualmente.

Questo processo è chiamato autolisi, che in latino si chiama "auto-digestione". Ora sai, in modo molto generale, sulla pancreatite acuta, che cos'è. È semplicemente un attacco chimico e la trasformazione della ghiandola "da sola" in una massa semi-digerita.

Il pancreas è uno degli organi più complessi del corpo umano, che è praticamente irreparabile. L'esecuzione di questa ghiandola regola il metabolismo, la normale digestione.

Le sue funzioni principali sono:

  • Isolamento degli enzimi per la scomposizione dei nutrienti ottenuti dal cibo nell'intestino tenue.
  • Fermentazione di insulina e glucagone negli ormoni del sangue che regolano lo stoccaggio e il consumo di energia derivata dal cibo.

motivi

La pancreatite negli adulti è un problema abbastanza comune che chiunque può affrontare. Disturbi legati al deflusso della bile, così come le abitudini alimentari (ad esempio il consumo di cibi grassi e abbondanti di carne, stress, predisposizione genetica, alcol, ecc.) Possono portare allo sviluppo.

Di conseguenza, un rischio maggiore di sviluppare pancreatite è in quelle persone che abusano costantemente di alcol. Secondo le statistiche, si sviluppa più spesso nelle donne incinte e nelle giovani madri nel periodo postpartum. La chiave per prevenire lo sviluppo della pancreatite è l'approccio corretto alla formazione della dieta.

La presenza dei seguenti fattori può causare pancreatite:

  • interventi chirurgici sulle vie biliari e in generale sullo stomaco;
  • lesioni all'addome, lesioni;
  • invasioni parassitarie, infezioni, in particolare epatite virale;
  • parotite (parotite);
  • predisposizione genetica.

Statistiche della pancreatite in ragione dell'apparenza

  • Il 40% di tutti i pazienti con infiammazione del pancreas sono alcolizzati. Rilevano il più delle volte necrosi dell'organo o dei suoi disordini distruttivi.
  • 30% di pazienti - pazienti con una storia di cholelithiasis.
  • Il 20% dei pazienti sono pazienti obesi.
  • Il 5% dei pazienti sono pazienti che hanno subito un danno d'organo o un'intossicazione del corpo, assumendo droghe.
  • Meno del 5% dei pazienti sono pazienti con predisposizione ereditaria alla formazione di infiammazione o affetti da difetti congeniti dell'organo.

classificazione

I medici distinguono i seguenti tipi di malattia:

Pancreatite acuta

La pancreatite acuta di per sé implica, rispettivamente, una forma acuta di manifestazione di infiammazione asettica a cui è esposto il pancreas. Il più spesso si sviluppa nei casi seguenti:

  • con l'assunzione di alcol - fino al 70% di tutti i casi di malattia (principalmente negli uomini di età giovane e matura),
  • in presenza di malattia del calcoli biliari - fino al 25% o 30% (più spesso nelle donne),
  • chirurgia allo stomaco o altri organi addominali - circa il 4% o poco più.

Ci sono alcune fasi della pancreatite, che sono considerate nella struttura della sua forma acuta:

  • fase enzimatica (entro 3-5 giorni);
  • fase reattiva (da 6 a 14 giorni);
  • fase di sequestro (da 15 giorni);
  • fase dell'esito (da sei mesi o più dall'inizio dell'aspetto).

Pancreatite cronica

Cos'è? La pancreatite cronica è una forma della malattia in cui l'infiammazione progredisce lentamente, mentre le funzioni del pancreas vengono gradualmente compromesse. Di conseguenza, può verificarsi la fibrosi del tessuto pancreatico o la sua calcificazione. Il più delle volte si trova nelle donne in età avanzata.

Per la causa predominante dello sviluppo dell'infiammazione si distingue la pancreatite cronica:

  • tossico-metabolico (incluso alcolico),
  • idiopatica,
  • ereditaria,
  • autoimmune,
  • ricorrente,
  • ostruttiva.

Possiamo distinguere la forma cronica primaria di pancreatite, quella secondaria, che si sviluppa a causa di malattie dell'apparato digerente - colecistite, gastrite cronica, enterite.

Primi segni di un attacco

Se un paziente ha segni di pancreatite acuta, le sue condizioni si deteriorano rapidamente. Pertanto, è importante consultare immediatamente un medico.

  • Nella forma acuta della malattia, i dolori sono localizzati sotto il cucchiaio nella parte superiore, l'ipocondrio sinistro e destro, se l'intera ghiandola è interessata, quindi i dolori sono gli herpes zoster.
  • Inoltre, il paziente ha vomito con una miscela di bile, che non gli porta sollievo, secchezza delle fauci, singhiozzo, nausea e eruttazione.

I segni identici che si manifestano sia in forma acuta che cronica (durante le esacerbazioni) di pancreatite sono acuti, forti dolori all'addome. La localizzazione dipende da quale parte del pancreas è coperta dal processo infiammatorio.

Sintomi di pancreatite negli adulti

La pancreatite, i cui sintomi si manifestano a causa del fatto che non vi è rilascio di enzimi secreti dalla ghiandola nel duodeno, avviene con l'attivazione di questi enzimi direttamente nella ghiandola, a causa della quale avviene la sua distruzione graduale, in altre parole - auto-digestione.

La forma acuta di pancreatite è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • Grave dolore nell'ipocondrio sinistro, che si estende verso la parte posteriore o circostante.
  • Nausea, vomito, flatulenza. Fallimento nel tratto digestivo.
  • Aumento della temperatura corporea.
  • Bocca secca, spessa fioritura bianca sulla lingua.
  • Mal di testa, sudorazione. La pelle diventa pallida.
  • Aumento della pressione sanguigna, palpitazioni cardiache, shock.

In presenza di tali sintomi, le condizioni del paziente peggiorano di minuto in minuto, quindi non si può esitare. Al primo sospetto dovrebbe chiamare immediatamente un'ambulanza.

  • Questo dolore acuto nei primi 3 giorni ha un carattere "fuoco di Sant'Antonio" ed è sentito nell'addome superiore, che può estendersi nella clavicola sinistra o in entrambe le scapole, nelle sezioni posteriori delle costole inferiori a sinistra.
  • A poco a poco, l'intensità del dolore diminuisce, diventano noiosi e durano per circa 1 settimana.
  • Nella pancreatite acuta, è ripetuto, doloroso, non porta sollievo. Può verificarsi all'inizio della malattia, insieme alla colica del pancreas e in fasi successive.
  • Lo stomaco è gonfio, specialmente nella parte superiore, quando lo si tocca, può verificarsi un dolore grave. È particolarmente aggravato quando la palpazione è profonda. Quando lo stomaco è tappato, il rumore intestinale si indebolisce.

La cianosi (colorazione cianotica della pelle e delle mucose) si verifica raramente, ma accompagnata da forme gravi di pancreatite ricorrente acuta e cronica. Si manifesta con tavole generali e locali sul corpo del paziente, la regione anteriore e le superfici laterali dell'addome, nell'ombelico e anche sul viso del paziente.

  • Inoltre, il paziente ha la febbre e il tessuto della ghiandola più colpito, maggiore è la temperatura.
  • La frequenza e la profondità della respirazione sono disturbate, a volte sembra che non ci sia abbastanza aria.
  • Mancanza di respiro si verifica a causa della perdita di elettroliti nel sangue durante il vomito. È accompagnato da sudore appiccicoso.
  • Una forte patina gialla appare sulla lingua.

Nella pancreatite cronica:

  • Dolore addominale permanente o temporaneo. Compare dopo aver bevuto alcolici e cibi grassi.
  • Il dolore nell'addome superiore è dato nella parte posteriore.
  • Rumbling nell'addome, flatulenza, nausea, vomito.
  • Perdita di appetito, sgabello sconvolto, diarrea cronica.
  • La disidratazione. Di conseguenza, il peso corporeo del paziente viene ridotto.
  • La pelle e la mucosa della cavità orale diventano gialle.
  • Nell'ultimo stadio della malattia, si verifica il diabete.

Con dolore relativamente minore, il periodo di esacerbazione può durare abbastanza a lungo (fino a diversi mesi). Questo periodo è caratterizzato da diminuzione dell'appetito, debolezza generale, diminuzione dell'umore.

complicazioni

Le complicanze della pancreatite possono essere:

  • Ghiandola ascessuale;
  • Pancreatonecrosi (necrosi del tessuto pancreatico);
  • Formazione di una cisti falsa;
  • Ascite pancreatica;
  • Complicazioni polmonari;
  • Diabete mellito;
  • Morte.

Con le complicazioni, la natura abituale della malattia cambia: la natura, la localizzazione e l'intensità dei dolori cambiano, può diventare permanente.

diagnostica

Quanto prima il paziente riceve assistenza qualificata, meno tempo sarà dedicato al trattamento e sarà più efficace. Ma solo la diagnosi precoce di questa malattia è il problema principale.

Il metodo più affidabile per rilevare la pancreatite e le sue forme è raggiunto con l'aiuto di un esame completo del paziente. Nella diagnosi della malattia sono i seguenti passaggi:

  • valutazione dei sintomi clinici;
  • ricerca di parametri biochimici;
  • test enzimatici;
  • studi strumentali nella diagnosi della malattia.
  • Generale (UAC) identificherà i leucociti, mostrerà il tasso di sedimentazione degli eritrociti (ESR) e il volume degli enzimi pancreatici, aiuta a identificare l'infiammazione. Il numero di leucociti più di 8,8 mila / ml o ESR di 15 mm / h - segni cattivi.
  • L'analisi biochimica rivelerà il livello di glucosio (aumento pericoloso della concentrazione di "zucchero" a 6,5 ​​mmol / l e 106 mg / dl - iperglicemia), colesterolo (non dovrebbe essere inferiore a 3 mmol / l) e enzimi pancreatici: amilasi (con aumento della pancreatite nelle decine tempi, fino a 1000 U / le superiori), α2-globuline (non deve essere inferiore al 7%), tripsina (non dovrebbe essere superiore a 4 μmol / ml.min), lipasi (non superare 190 U / l), ecc.
  1. Un esame ecografico degli organi addominali può rivelare un aumento del pancreas e la presenza di pietre nei dotti.
  2. Radiodiagnosi è stabilita paresi intestinale (violazione della contrattilità), aree del tessuto polmonare visibile (atelettasia) e la presenza di versamento nella cavità pleurica.
  3. Un metodo di gastroduodenoscopia rivela uno stomaco edematoso e un duodeno.
  4. Lo studio delle navi - angiografia, consente di vedere i vasi arteriosi deformati e spostati, l'accumulo di materiale di contrasto in loro a causa della stagnazione.

Se solo i dati diagnostici vengono utilizzati per la diagnosi, potrebbe non essere affidabile. Spesso la pancreatite non dà segni specifici e lo specialista in esame può rilevare solo lievi variazioni o gonfiori dell'organo. Sebbene anche questi indicatori siano visibili sugli ultrasuoni solo con l'esacerbazione della malattia.

Trattamento di pancreatite

Nella pancreatite acuta, il trattamento è possibile solo in un ospedale, sotto la supervisione di specialisti qualificati, questa è considerata una condizione molto pericolosa. Poetmooo ai primi segnali, chiama un'ambulanza.

Pronto soccorso

Se sospetti un attacco di pancreatite come primo soccorso - riposa, seduto con le ginocchia premute sul petto, grave inedia con l'assunzione di un quarto di tazza d'acqua ogni 30 minuti - un'ora, metti una bolla con ghiaccio sul dorso del pancreas. La respirazione superficiale aiuterà ad alleviare un attacco.

Antidolorifici e antinfiammatori non possono essere assunti, complicherà notevolmente la diagnosi.

Se il dolore è intenso, il medico può prescrivere antispastici (No-spa, Drotaverin). Con il loro aiuto, l'infiammazione nel pancreas si riduce e, di conseguenza, il dolore si attenua.

Nell'ospedale per il trattamento della pancreatite acuta si usano metodi conservativi di terapia. In particolare, vengono iniettate varie soluzioni nel flusso sanguigno - soluzioni saline, preparati proteici, glucosio, con l'aiuto del quale si superano intossicazione e sindrome del dolore. Anche l'equilibrio acido-base è normalizzato.

Farmaci per pancreatite

  • Con il vomito frequente, i farmaci vengono utilizzati per ripristinare l'equilibrio salino, ad esempio "Soluzione di cloruro di sodio".
  • Per ripristinare il tratto gastrointestinale, vengono utilizzati preparati enzimatici che sostituiscono gli enzimi pancreatici assenti durante la malattia: Creonte, Pancreatina, Festal.
  • Terapia vitaminica Nel trattamento della pancreatite cronica viene prescritta un'assunzione aggiuntiva di vitamine: A, E, C, D, K e vitamine del gruppo B. Inoltre, sono prescritti acido lipoico e cocarbossilasi.
  • Nutrizione parenterale Nei disturbi digestivi gravi e il cattivo assorbimento del cibo da parte dell'intestino, viene prescritta una nutrizione parenterale.

Come nutrizione parenterale, per flebo endovenoso, di solito vengono introdotti:

  • Una miscela di aminoacidi essenziali (250-400 ml): "Alveein", "Alvezin", "Aminosol";
  • Soluzioni elettrolitiche: soluzione al 10% di cloruro di potassio (10-15 ml) e soluzione al 10% di gluconato di calcio (10 ml).

Il trattamento della pancreatite cronica comprende: dieta, antidolorifici, vitamine, terapia enzimatica sostitutiva, trattamento del diabete e altri disturbi endocrini, trattamento tempestivo della colelitiasi.

Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico è indicato nel caso dello sviluppo di infiammazione diffusa del peritoneo, complicanze purulente, aumento dell'ittero meccanico e distruzione della cistifellea e dei dotti.

Le operazioni possono essere assegnate a quanto segue:

  • Emergenza. Condotto proprio all'inizio dello sviluppo della malattia. Questa potrebbe essere la prima ora e ogni giorno. Urgentemente operato su pazienti con peritonite causata da enzimi e pancreatite acuta, iniziata a causa del blocco del duodeno.
  • In programma. Il chirurgo inizia a operare sul paziente solo quando l'infiammazione acuta nel pancreas è cessata. Prima dell'operazione, il paziente viene attentamente esaminato per prevenire una ricaduta dell'attacco.

dieta

La base di una correzione terapeutica di successo di questa malattia sta seguendo una dieta. La dieta del cibo quotidiano viene adattata in questo modo: il livello di grassi e carboidrati nella dieta diminuisce e il livello di assunzione di proteine ​​aumenta. Sono prescritti preparati di vitamine Il numero di pasti dovrebbe essere 5-6 al giorno.

In caso di pancreatite acuta, nei primi 2-3 giorni è necessario rifiutarsi completamente di mangiare, è permesso bere solo abbondantemente - acqua minerale, brodo di rosa canina o in caso di emergenza.

Quando è passata l'esacerbazione della pancreatite è necessario aderire a tali regole nutrizionali come:

  1. La dieta dovrebbe contenere lipidi, proteine ​​e carboidrati.
  2. Utilizzare complessi vitaminici idrosolubili e liposolubili.
  3. Abbandona i prodotti che contengono sostanze chimiche, perché possono irritare la mucosa intestinale.
  4. Non puoi mangiare spezie, affumicato, speziato.
  5. È meglio cucinare il cibo per una coppia, pre-schiacciarlo, potresti aver bisogno di macinare.
  6. Mangiare cibo deve essere caldo, ma non caldo.

Dopo che i sintomi della pancreatite acuta sono completamente spariti, devi mangiare zuppe, carne magra, pesce, ricotta a basso contenuto di grassi, diversi tipi di cereali, verdure, bere succo di frutta, con dolci per dare la preferenza a miele, marmellata e budino.

  • una varietà di zuppe di verdure o cereali, in brodi di carne a basso contenuto di grassi.
  • manzo bollito, pesce o pollame, omelette.
  • pasta, cereali, pane.
  • latte magro, kefir, yogurt, burro
  • può essere cotto o crudo, le verdure possono essere bollite.
  • ridotto consumo di prodotti carboidrati digeribili (al di sotto della norma fisiologica). Puoi mangiare miele, marmellata.
  • succhi, tè con latte.

Rimedi popolari

Di seguito, abbiamo raccolto rimedi popolari efficaci per la pancreatite, ma prima di usarli dovresti consultare il tuo dottore.

  1. Baffi d'oro. 1 foglia grande (lunghezza 25 cm) o due piccoli schiacciati e versare 700 ml di acqua. A fuoco medio, brodo a languire per 15-20 minuti, quindi infuso per diverse ore nel corpo (puoi partire per la notte). È necessario utilizzare l'infusione sotto forma di calore a 25 ml (prima dei pasti).
  2. Succo di patate e carote. 2 patate e 1 carota saltare attraverso uno spremiagrumi. Bere 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, il trattamento per gli adulti sarà di 7 giorni, il metodo aiuta a normalizzare la digestione, eliminare i sintomi del dolore.
  3. Le erbe per il pancreas sono utilizzate nelle raccolte e una di esse deve essere composta da achillea, fiori di calendula e camomilla. Tutti i componenti vengono presi in un cucchiaio e fatti fermentare in un mestolo con acqua bollente. Dopo mezz'ora, puoi bere la prima porzione (100 ml) e dopo 40 minuti per mangiare. È necessario bere il farmaco almeno 4 volte al giorno, esclusivamente prima dei pasti.
  4. Per una ricetta per la pancreatite, avrete bisogno di fiori di immortelle, motherwort, erba di San Giovanni, versate 200 ml di acqua bollente dappertutto, insistete per 30 minuti, bevete fino a tre volte al giorno prima dei pasti.
  5. Invece del normale tè, usa il tè con menta e miele. La menta ha un effetto coleretico e contribuisce al rilascio di enzimi dal pancreas.
  6. Propoli. Piccoli pezzi vengono masticati a fondo tra i pasti, il metodo è un vivido esempio di omeopatia moderna efficace ed elimina attacchi dolorosi, normalizzando il lavoro di digestione.
  7. Rowan. Un eccellente agente coleretico che viene utilizzato sia nel trattamento che nella prevenzione della pancreatite. I frutti delle ceneri di montagna possono essere consumati freschi o essiccati per un uso futuro.
  8. Per 10 giorni devi prendere 1 cucchiaino di olio di rosa canina. Riposa per due mesi e riprendi il corso. Raccomandato per patologia cronica.
  9. Versare un bicchiere di avena con un litro d'acqua, insistere per 12 ore. Portare a ebollizione il brodo e far bollire sotto il coperchio per mezz'ora. Avvolgere il contenitore con il brodo, insistere 12 ore, quindi filtrare e aggiungere acqua al volume di un litro. Gli adulti prendono il brodo tre volte al giorno, 100-150 ml per mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento è di un mese.
  10. Rosa canina. Nella pancreatite cronica, la rosa canina può essere bevuta regolarmente - fino a 400 ml al giorno. Le bacche di rosa canina sono versate con acqua calda (il numero di bacche è uguale alla quantità di liquido). In una thermos viene lasciato per un paio d'ore, dopo di che la bevanda può essere consumata.

prevenzione

  • In primo luogo è la correzione dei fattori di rischio: alcolismo, vari disturbi metabolici.
  • Devi seguire costantemente la dieta. Cerca di essere sempre indifferente a ciò che mangi, poiché in futuro non giocherà alle tue mani. Mangia frutta e verdura che arricchiranno il tuo corpo di vitamine il più spesso possibile. Tale prevenzione ti proteggerà non solo dalla pancreatite, ma anche da altre malattie.
  • Richiede anche una correzione costante del trattamento. Per fare questo, si raccomanda di visitare un gastroenterologo 2 volte all'anno in assenza di ricadute. Quando le recidive devono consultare immediatamente un medico.

Ora, tu sai cos'è questa malattia e come si presenta negli adulti. Ricorda che il tempo di iniziare il trattamento consente di evitare la forma cronica di pancreatite e ridurre il rischio di complicanze. Siate sani e osservate la vostra salute!

Pancreatite Fasi

La pancreatite è una malattia infiammatoria causata dall'attivazione degli enzimi pancreatici. Negli ultimi 3 decenni, l'incidenza è aumentata di oltre 2 volte. Nelle donne, la causa principale è la colelitiasi (20%). Negli uomini, alcolismo e dieta malsana (70%).

Classificazione dello stadio

La malattia è classificata da diversi autori in base a caratteristiche diverse. Secondo la gravità della tossiemia endogena è diviso in 4 gradi: leggero, moderato, grave ed estremamente grave.

Ci sono 4 fasi di pancreatite acuta: edema pancreatico, stadio emorragico, necrosi pancreatica, colecistopancreatite. Secondo la classificazione di Filin, si distinguono 4 fasi della malattia di diversa durata:

  • l'enzima dura 3-5 giorni;
  • reattivo 6-14 giorni;
  • sequestro da 15 giorni;
  • esito della malattia - da 6 mesi.

Secondo Tolstoy A.D. la base per la classificazione delle fasi della pancreatite è presa il volume della necrosi pancreatica:

  • pancreatite edematosa o interstiziale - decorso lieve;
  • piccola necrosi focale della ghiandola - la gravità media della malattia;
  • grande necrosi focale diffusa con sindrome emorragica - grave decorso della malattia;
  • necrosi pancreatica totale e subtotale - elevata mortalità.

Pancreatite acuta

La malattia è basata sull'auto-digestione del pancreas, causata dall'alta attività degli enzimi lipasi e fosfolipasi. L'infiammazione è associata a un deflusso di secrezione alterato e ad una maggiore pressione nei dotti pancreatici. Il trattamento precedente è iniziato, più favorevole sarà il risultato. I segni clinici dello stadio iniziale della pancreatite dipendono dall'estensione del focus patologico, dal grado di attività enzimatica.

Lo stadio iniziale della malattia è chiamato edematoso. Il pancreas è ingrossato, gonfio. Non c'è ancora una necrosi pancreatica profonda nei tessuti, ma appare la necrosi cellulare. I sintomi nella fase acuta della pancreatite si manifestano con il dolore:

  • giusto ipocondrio;
  • lasciato l'ipocondrio;
  • regione epigastrica;
  • più spesso hanno un carattere di herpes zoster.

Con un decorso grave della malattia, il dolore è così grave che i pazienti possono svenire. Per ridurre il dolore, prova a premere le gambe allo stomaco. Vomito ripetuto e indomabile, che non apporta sollievo. Dopo aver svuotato lo stomaco dai resti dei flussi di muco alimentare, a volte con una mescolanza di sangue e bile. La pelle, le mucose visibili diventano pallide, possibile cianosi (cianosi della pelle e delle mucose). Inizialmente, la pressione arteriosa viene aumentata, quindi diminuisce, la tachicardia si sviluppa.

Nella fase iniziale della pancreatite, lo stomaco è gonfio. Alla palpazione il dolore appare nello stomaco, lungo il pancreas. I muscoli del peritoneo sono tesi. Auscultazione marcatamente indebolita peristalsi. Nella metà dei casi, si nota il sintomo Mayo-Robson - dolore al sito della proiezione del pancreas (angolo costale e diaframmatico sinistro). L'immagine del sangue sta cambiando: la leucocitosi è caratteristica con uno spostamento a sinistra. Il sangue si infittisce. Dopo 2 ore dall'esordio della malattia nel sangue aumenta il contenuto di amilasi, nell'urina - diastasi.

Fase 4 malattia

Nella pancreatite dello stadio 4 del pancreas, il processo infiammatorio si estende oltre la capsula e si diffonde ad altri organi e tessuti. Le condizioni del paziente sono estremamente serie. Ci sono complicazioni che richiedono un trattamento di emergenza:

  • pleuropolmonario - pleurite, insufficienza respiratoria, atelettasia polmonare;
  • sistema cardiovascolare;
  • insufficienza epatica, epatite tossica;
  • le fistole compaiono nell'intestino, si apre il sanguinamento;
  • nei foci necrotici degli ascessi della regione retroperitoneale, si sviluppa la peritonite;
  • si verifica un'insufficienza renale.

Il rilascio di enzimi è accompagnato da necrosi delle ghiandole. L'ingresso di succo pancreatico nel flusso sanguigno provoca un forte calo della pressione sanguigna fino al collasso.

Pankretonekroz

La pancreatonecrosi o la pancreatite distruttiva è accompagnata da necrosi focale, parziale o estesa del tessuto dell'organo. Le cellule funzionali muoiono e vengono sostituite da cellule del tessuto connettivo inattivo o sali di calcio. La rottura dei tessuti è accompagnata da intossicazione. Sul posto della necrosi i fuochi possono formare cisti o ascessi. Per la natura della lesione distinguere la pancreatonecrosi:

  • grasso - si sviluppa quando esposto a enzimi lipolitici che decompongono i grassi;
  • emorragico - causato dall'azione di enzimi proteolitici (proteasi) coinvolti nella digestione delle proteine;
  • combinato - combina diverse forme di necrosi pancreatica.

Il principale sintomo di esacerbazione della fase di necrosi pancreatica è un dolore di fuoco di Sant'Antonio che si diffonde alla schiena, lato destro. L'infiltrazione di parte dell'essudato nella cavità addominale causa tensione nella parete addominale. Il pancreas solitamente non è palpato. La pressione si abbassa, lo stomaco è gonfio, che è una manifestazione di paresi o parziale ostruzione intestinale.

Un sintomo tardivo della necrosi pancreatica è la cianosi della parete laterale dell'addome e dell'ombelico, il sangue è ispessito - il risultato dell'esposizione alla chinina ai vasi periferici. C'è una discrepanza tra la grave condizione del paziente e bassi tassi di amilasi, diastasi. La malattia è grave, in un quarto dei casi si conclude con la morte dei pazienti. Lo stadio infetto della necrosi pancreatica (ascesso) è un'indicazione per il trattamento chirurgico.

Corso cronico

Recentemente, il numero di pazienti con pancreatite cronica è aumentato di 2,5 volte. Per la forma cronica della malattia sono peculiari:

  • cambiamento di stadi di esacerbazione e remissione;
  • corso progressivo;
  • disfunzione della tiroide.

La malattia di solito si sviluppa sullo sfondo della necrosi pancreatica posticipata. In base alla gravità del decorso clinico, si distinguono 4 fasi di pancreatite cronica: lieve, moderata, grave ed estremamente grave. Dalla natura della lesione:

  • cistica - accompagnata dalla formazione di pseudocisti;
  • pancreatite indurativa o fibro-sclerotica - la funzione della ghiandola diminuisce gradualmente;
  • calculous - i sali di calcio sono depositati nel tessuto della ghiandola;
  • fistola - le fistole si formano nella testa, nel corpo o nella coda della ghiandola.

I sintomi della pancreatite cronica nella fase acuta sono dolore epigastrico aggravato, gonfiore addominale, diarrea, costipazione alternata, febbre, ittero. Migliorare le condizioni del paziente e ridurre o scomparire i sintomi spiacevoli è chiamato remissione. La fase di remissione della pancreatite è instabile. Con un disturbo alimentare secondario, inizia l'esacerbazione. Seguendo le raccomandazioni del medico, la stretta aderenza alla dieta aumenta lo stadio di remissione della pancreatite di mesi e persino anni.

terapia

Il trattamento della pancreatite acuta e l'esacerbazione di una malattia cronica è ospedaliero, stazionario, conservatore, chirurgico o combinato. L'esito della malattia dipende in gran parte da quanto tempo è iniziato il trattamento. Sul ventre cade immediatamente freddo. La lavanda gastrica è fatta con soluzioni alcaline. Nominato da:

  • grave inedia - ha ridotto la formazione di enzimi;
  • antidolorifici - volti a eliminare lo shock del dolore e migliorare le condizioni del paziente;
  • antispasmodici - il trattamento allevia la tensione della parete addominale e il vasospasmo;
  • inibitori enzimatici - inibiscono l'effetto di enzimi, questo trasilolo, gordox, acido aminocaproico e altri;
  • citostatici - ridurre l'infiammazione e il dolore, ridurre la sintesi proteica, inattivare gli enzimi pancreatici;
  • stimolanti di diuresi, plasmaferesi, linfosorimento - ridurre l'intossicazione.

Il compito del trattamento conservativo della pancreatite acuta e cronica è un arresto precoce del processo patologico e un aumento del periodo di remissione.

Nella fase acuta, il trattamento della pancreatite cronica si basa sul quadro clinico della malattia, sulla localizzazione della lesione, sullo stato dei dotti e sulle complicanze. Ci sono diverse opzioni per il trattamento chirurgico:

  • operazioni di drenaggio interno e aperto;
  • resezione pancreatoduodenale - rimozione del duodeno insieme al guardiano;
  • operazioni di salvataggio di organi endoscopici minimamente invasivi;
  • resezione parziale dell'organo.

I risultati immediati ea lungo termine del trattamento dipendono dalla diagnosi tempestiva e dal trattamento precoce della malattia. L'approccio al trattamento conservativo della pancreatite cronica è lo stesso della pancreatite acuta.

Quando la remissione è necessaria per osservare una dieta di risparmio numero 5a. Cibo 5 - 6 singoli, tutti i tipi di grassi, sostanze estrattive sono limitati. I piatti sono bolliti o al vapore. In remissione della pancreatite cronica, si raccomanda di assumere preparazioni enzimatiche. Migliorano la digestione, prolungano la remissione.

Pancreatite 2 gradi

La pancreatite è una malattia caratterizzata da infiammazione acuta o cronica del pancreas. Negli ultimi 10 anni, ha cominciato a verificarsi negli adulti 3 volte e negli adolescenti 4 volte più spesso di prima.

La struttura e la funzione del pancreas

Il pancreas ha una forma oblunga e si trova più vicino alla colonna vertebrale, dietro e appena sotto lo stomaco. Per comodità, distingue 3 sezioni: la testa, il corpo e la coda (parte caudale).

Microscopicamente nel pancreas ci sono 2 sezioni principali:

  1. La porzione endocrina è l'isolotto di Langerhans, che contiene cellule che producono insulina e alcuni altri ormoni.
  2. La parte esocrina produce il succo pancreatico, che è così gassato, costituito dagli enzimi necessari per la digestione di proteine, grassi e carboidrati: lipasi, tripsina, amilasi, maltasi, collagenasi, ecc. Molti di questi enzimi sono già attivati ​​nel duodeno, dove entrano attraverso il dotto pancreatico. Se per qualche ragione l'uscita nell'intestino viene bloccata e gli enzimi ritornano, l'auto-digestione del pancreas (pancreatite acuta) inizia con il successivo sviluppo del diabete mellito insulino-dipendente.

Tipi di pancreatite

Attualmente, ci sono molte classificazioni di pancreatite. Dalla natura del flusso distinguere la pancreatite:

Pancreatite acuta negli adulti

La pancreatite acuta è un'infiammazione acuta del pancreas, alla base della quale si trova il legamento delle cellule ghiandolari a causa dell'auto-digestione degli enzimi del succo pancreatico che sono ritornati. Successivamente, si può unire un'infezione purulenta.

La pancreatite acuta è una malattia molto grave che, nonostante il trattamento moderno, spesso causa la morte di un paziente: in media, fino al 15% muore, e con forme distruttive di pancreatite acuta, fino al 70%.

motivi

La pancreatite più frequente si sviluppa nei seguenti casi:

  • con l'assunzione di alcol - fino al 70% di tutti i casi di malattia (principalmente negli uomini di età giovane e matura),
  • in presenza di malattia del calcoli biliari - fino al 25% o 30% (più spesso nelle donne),
  • chirurgia allo stomaco o altri organi addominali - circa il 4% o poco più.

Sono stati osservati casi isolati di pancreatite acuta a causa di:

  • ferita
  • infezioni virali (ad esempio, quando la parotite nei bambini e nei giovani),
  • allergie,
  • ulcera duodenale e altre malattie della regione gastro-duodenale,
  • avvelenamento da sali di metalli pesanti, pitture e vernici, alcuni farmaci o altre sostanze,
  • anomalie congenite della struttura del pancreas.

In generale, la pancreatite acuta è più comune dopo 30 anni e nelle donne.

classificazione

Di regola, distingua la pancreatite affilata:

  1. Interstiziale (edematoso).
  2. pancreatonecrosis:
  • limitato o comune
  • emorragico, grasso, misto.

complicazioni

Complicazioni di pancreatite acuta sono numerose, tra le quali le più comuni e serie sono:

1. Complicazioni locali:

  • formazione di infiltrazioni attorno al pancreas,
  • reflusso asettico o settico della fibra retroperitoneale, ad esempio pelvico, intorno ai reni, ecc.,
  • infiammazione del peritoneo dovuta all'azione del succo pancreatico o all'aggiunta di infezione (peritonite batterica e anche suppressiva),
  • la formazione di una pseudocisti che può anche essere infettata,
  • sanguinamento nella cavità del peritoneo o degli intestini,
  • ascesso pancreatogeno con localizzazione nel tessuto retroperitoneale,
  • l'emergere di varie fistole pancreatiche: gastrico, intestinale.

2. Complicazioni generali:

  • sviluppo di shock pancreatico,
  • sviluppo del diabete
  • il verificarsi di sindrome da insufficienza di organi multipli,
  • morte del paziente.

Caratteristiche della malattia

Ci sono 4 fasi principali della pancreatite acuta:

1) Fase iniziale (primi 5-7 giorni). Durante questo periodo, sviluppa:

  • gonfiore e morte delle cellule pancreatiche,
  • infiammazione asettica degli organi adiacenti alla ghiandola, il peritoneo,
  • avvelenamento del corpo tramite l'aspirazione di prodotti di decadimento del pancreas con conseguente danno a organi distanti: ad esempio, cervello, reni, cuore e polmoni (in questa fase il paziente può morire a causa delle sue gravi condizioni).

2) Periodo reattivo (seconda settimana dall'inizio della pancreatite acuta). A questo stadio il più spesso osservato:

  • la formazione di un denso infiltrato pancreatico,
  • febbre,
  • il verificarsi di ulcere gastriche acute,
  • ittero.

3) Stadio di complicazioni purulente (si unisce alla fine della seconda settimana dall'inizio della malattia). In questa fase, si verifica quanto segue:

  • formazione di flemmone, ascessi, perdite purulente ad altri organi, fistole,
  • sanguinamento interno
  • avvelenamento del sangue (sepsi).

4) Periodo di recupero:

  • pancreatite lieve - recupero in 2-3 settimane, senza complicanze osservate;
  • gravità moderata - l'infiltrazione si risolve in 1-2 mesi, circa la metà dei casi di pancreatite diventa cronica;
  • pancreatite grave in questa fase deve passare 2 fasi:

a) la fase di esaurimento - una diminuzione dell'immunità generale e della guarigione dei tessuti compromessa, ad esempio: perdita di capelli, piaghe da decubito, malattie infettive, tromboflebiti, depressione, sindrome astenica;

b) fase di recupero: lo sviluppo delle cisti pancreatiche, lo sviluppo del diabete o la pancreatite cronica.

Sintomi di pancreatite acuta negli adulti

I sintomi della pancreatite acuta dipendono dallo stadio del processo e dalla gravità della malattia. Considera alcuni di loro:

1. Colica pancreatica. Questo dolore acuto nei primi 3 giorni ha un carattere "fuoco di Sant'Antonio" ed è sentito nell'addome superiore, che può estendersi nella clavicola sinistra o in entrambe le scapole, nelle sezioni posteriori delle costole inferiori a sinistra. A poco a poco, l'intensità del dolore diminuisce, diventano noiosi e durano per circa 1 settimana.

2. Vomito. Nella pancreatite acuta, è ripetuto, doloroso, non porta sollievo. Può verificarsi all'inizio della malattia, insieme alla colica del pancreas e in fasi successive.

3. Palpitazioni cardiache. Si verifica a seguito di intossicazione generale del corpo nelle fasi successive.

4. Aumento della temperatura. Di solito si osserva dal terzo giorno di malattia, anche se in alcuni casi può verificarsi prima. In generale, si osserva il seguente schema: maggiore è la temperatura, più grave è il danno al pancreas.

5. Gonfiore. Si nota nel periodo iniziale, può essere combinato con feci ritardate, accumulo di gas o essere un segno dello sviluppo di peritonite nelle fasi successive.

6. Formazione di infiltrati. Questo sintomo può essere determinato dal medico durante l'esame e la palpazione dell'addome, in media, a partire dal 5 ° giorno della malattia.

7. Cambiamenti nel numero totale di emocomponenti:

  • Ispessimento del sangue - un aumento dell'emoglobina a 150 g / l, il numero di eritrociti, una diminuzione dell'ESR fino a 1-3 mm / h.
  • In fasi successive - un quadro di infiammazione: aumenti della VES, leucocitosi.
  • In caso di complicanze gravi - riduzione di emoglobina, linfociti e leucociti del sangue.

8. Analisi delle urine:

  • Nelle forme più lievi, non si osservano cambiamenti nelle urine.
  • Un aumento della diastasi delle urine da 160 ml / (mg) e più alto nel periodo iniziale della malattia.
  • Con danno renale: zucchero nelle urine, comparsa di proteine, globuli rossi, cilindri e epitelio renale.
  • Aumentando la concentrazione di enzimi pancreatici - tripsina, amilasi, lipasi.
  • Aumento della glicemia, bilirubina, concentrazione di urea.

diagnostica

La diagnosi di pancreatite acuta è stabilita dal chirurgo sulla base dei dati:

  • esaminando e parlando con il paziente
  • analisi del sangue di laboratorio, urina,
  • Ultrasuono del pancreas.

Se necessario, può essere nominato un medico:

  • EGD,
  • puntura diagnostica della parete addominale,
  • laparoscopia,
  • Scansione RM o TC
  • radiografia dei polmoni, dello stomaco, ecc.

In generale, nella pancreatite acuta, è necessario identificare le possibili complicanze il più rapidamente possibile e quindi eliminarle per minimizzare l'aggravamento del processo patologico.

Trattamento di pancreatite acuta

I pazienti che soffrono di pancreatite acuta, sono soggetti ad immediato ricovero in ospedale o in unità di terapia intensiva, in cui vengono esaminati in modo urgente e prescrivono il trattamento appropriato.

Attualmente, il trattamento si basa sui seguenti principi:

1. I gradi lievi di pancreatite acuta richiedono un trattamento in misura minore rispetto alle sue forme gravi.

2. Prima inizia il trattamento, migliori sono i risultati e meno complicazioni (questo vale anche per le forme moderate e gravi).

  • fame assoluta per i primi 3-5 giorni,
  • bere molta acqua alcalina senza gas a 2 litri al giorno - da 2 giorni,
  • alla fine della fame - porridge liquidi,
  • graduale espansione della dieta.

In generale, la nutrizione nella pancreatite acuta dovrebbe essere in piccole porzioni, ma con un'alta concentrazione di sostanze benefiche. Solitamente consentito al giorno:

  • 200 g di ricotta,
  • 10-50 ml di crema
  • cotolette di vapore,
  • 1-2 banane
  • yogurt
  • pesce bollito a basso contenuto di grassi,
  • brodo debole,
  • formaggio
  • panino con burro.
  • verdure crude
  • latte intero,
  • fritto,
  • piccante, piccante,
  • brodo forte, caffè,
  • kefir acido,
  • uova,
  • salsiccia,
  • alcool.

Questa dieta viene osservata per almeno 3 mesi e, nel caso di pancreatite grave, fino a 1 anno.

1. A seconda dello stadio della malattia:

  • Il primo periodo è la disintossicazione, l'emosorbimento, la plasmaferesi, il "lavaggio" dei reni, dell'intestino e del peritoneo mediante dialisi.
  • Il periodo di complicanze infettive è la chirurgia.

2. Preparazioni medicinali:

  • ridurre la produzione di ormoni da parte del pancreas (platifillina, atropina),
  • inibizione della funzione pancreatica (fluorouracile, ribonucleasi),
  • antifermental (gordox, contrycal),
  • altro: dalargin, somatostatina, antibiotici e altri mezzi.

Dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente viene osservato da un gastroenterologo e il trattamento consiste nel prevenire la recidiva di pancreatite acuta o esacerbazione di quello cronico.

prevenzione

In molti casi, lo sviluppo di pancreatite acuta può essere evitato. Per questo è necessario:

  1. Non mangiare troppo.
  2. Non bere alcolici.
  3. Curare prontamente la malattia del calcoli biliari (rimuovere la cistifellea).
  4. Non utilizzare prodotti e medicinali di dubbia qualità.
  5. Non abusare del farmaco.
  6. Conduci uno stile di vita sano.

Pancreatite cronica

La pancreatite cronica è caratterizzata dalla presenza di persistente o dall'insorgenza di infiammazione periodica del pancreas, che gradualmente porta allo sviluppo dell'insufficienza funzionale di questo organo.

La pancreatite cronica può essere quasi asintomatica, oltre che sotto la maschera di varie altre malattie, come colecistite cronica, discinesia biliare, ulcera peptica, ecc.

motivi

1. Alcool Questo è un fattore principale nello sviluppo della pancreatite. È insidioso che, nella maggior parte dei casi, non provoca immediatamente l'insorgenza della malattia, ma dopo alcuni anni di uso regolare (da 8 a 18 anni). Per fare questo, è sufficiente usare solo 1 bottiglia da mezzo litro di birra a basso tenore alcolico al giorno.

2. Malattia di calcoli biliari. Sebbene questa malattia sia la causa più frequente di pancreatite acuta, in alcuni casi si verifica anche lo sviluppo di forme croniche della malattia.

3. Pancreatite idiopatica senile e giovanile. In questo caso, la ragione è sconosciuta. La forma giovanile di tale pancreatite è spesso accompagnata da dolore, diabete mellito ed insufficienza pancreatica esocrina. La forma senile è caratterizzata dalla presenza di calcificazioni nel pancreas, così come il diabete mellito e la steatorrea (feci grasse), ma il dolore non è caratteristico.

4. Insufficienza di alcuni oligoelementi, cattiva alimentazione (ad esempio, pancreatite tropicale).

5. Patologia del cosiddetto sfintere di Oddi.

6. Alcuni farmaci, ad esempio:

  • azatioprina,
  • FANS,
  • metronidazolo,
  • corticosteroidi,
  • sulfamidici,
  • paracetamolo,
  • estrogeni,
  • tetraciclina,
  • sulfasalazina,
  • furosemide,
  • idroclorotiazide.

7. Lipidi ematici elevati, in particolare i trigliceridi.

8. Eredità e alcune malattie genetiche:

  • emocromatosi,
  • fibrosi cistica e alcuni altri.

9. Lesione pancreatica ischemica. Osservato con pronunciata aterosclerosi delle rispettive navi.

10. Infezioni virali. Ad esempio, con epatite o parotidite infettiva.

12. Aumento del calcio nel sangue.

classificazione

Per la causa predominante dello sviluppo dell'infiammazione si distingue la pancreatite cronica:

  • tossico-metabolico (incluso alcolico),
  • idiopatica,
  • ereditaria,
  • autoimmune,
  • ricorrente,
  • ostruttiva.

complicazioni

Le complicanze più comuni della pancreatite cronica sono le seguenti:

  • violazione del deflusso della bile,
  • sviluppo dell'ipertensione portale,
  • l'adesione di infezione (ascesso, para-efrite, ecc.),
  • sanguinamento,
  • diabete mellito.

Come si sviluppa la malattia?

Di norma, nel tempo, si verifica un peggioramento dei cambiamenti nel tessuto pancreatico, che si riflette nelle seguenti fasi della malattia:

  1. La fase iniziale Ha una durata di circa 10 anni, caratterizzata da periodi alternati di esacerbazione e remissione. In una situazione tipica, il sintomo principale è il dolore che varia in intensità e posizione, così come la sindrome dispeptica, che scompare con il progredire del trattamento.
  2. Il secondo stadio. 10 anni dopo l'inizio della pancreatite cronica, i sintomi dell'insufficienza pancreatica esocrina vengono alla ribalta e il dolore gradualmente scompare.
  3. Stadio di sviluppo di complicazioni. Oltre allo sviluppo di complicanze, cambiamenti nella localizzazione, intensità della sindrome del dolore e sindrome dispeptica persistente sono inerenti a questo stadio.

Sintomi di pancreatite cronica negli adulti

La pancreatite cronica può essere asintomatica per qualche tempo o mascherata da altre malattie degli organi addominali.

In questo caso, solo un medico può fare una diagnosi accurata.

I principali sintomi della pancreatite cronica classica sono i seguenti:

1. Dolore addominale. È senza una chiara localizzazione, si irradia verso la parte posteriore, potrebbe circondare:

  • con blocco parziale o completo del lume del dotto - si verifica dopo aver mangiato, parossistico, fermato da pancreatina o farmaci antisecretori;
  • a causa dell'infiammazione - non dipende dall'assunzione di cibo, dall'irradiazione dall'epigastria all'area posteriore, avviene dopo l'assunzione di analgesici;
  • a causa della mancanza di enzimi pancreatici - dolori di natura prevalentemente arcuata, associati ad una maggiore formazione di gas.

2. Segni di carenza esocrina (esocrina). Si sviluppa a causa di disturbi digestivi e l'assorbimento di sostanze essenziali dall'intestino. È caratterizzato da:

  • disturbi delle feci (fino a 6 volte al giorno),
  • feci offensive, oleose (steatorrea),
  • nausea, vomito,
  • perdita di peso
  • gonfiore, flatulenza,
  • brontolando nello stomaco, eruttando,
  • sintomi di carenza di vari minerali e vitamine.

3. Sindrome da intossicazione. In questo caso, appare:

  • debolezza generale
  • perdita di appetito
  • tachicardia,
  • aumento della temperatura
  • abbassando la pressione sanguigna.

4. Ipertensione biliare. Le principali caratteristiche della sindrome:

  • ittero ostruttivo
  • sugli ultrasuoni: testa pancreatica allargata, coledoco.

5. Patologie endocrine. Incontra in 1/3 dei pazienti:

  • chetoacidosi,
  • diabete mellito
  • tendenza all'ipoglicemia.

Nella pancreatite cronica, si può osservare il sintomo di Tuzhilin - l'apparizione di punti rossi luminosi nell'addome, nella parte posteriore, nel torace, che sono aneurismi e non scompaiono quando vengono pressati.

diagnostica

Al primo stadio, è necessario contattare un gastroenterologo per fare e chiarire la diagnosi. Parlerà con il paziente, condurrà l'esame e nominerà alcuni tipi di esami di laboratorio e strumentali aggiuntivi, ad esempio:

  1. Ultrasuono del pancreas. Consente di determinare la dimensione, la densità e la struttura del corpo, per identificare pseudocisti, calcinati e altri tipi di educazione.
  2. Ecografia endoscopica Il sensore non è posizionato sulla parete addominale anteriore, ma nell'esofago, nello stomaco e nel duodeno.
  3. Tomografia computerizzata Nominato in caso di scarsa visibilità della ghiandola sugli ultrasuoni.
  4. MR. Ben visualizza i dotti del pancreas.
  5. Metodi a raggi X: l'identificazione delle calcificazioni nell'area dell'organo.

Di solito vengono assegnati metodi di laboratorio:

  1. Analisi del sangue generale: si possono osservare accelerazione ESR, anemia, leucocitosi.
  2. Amilasi nel sangue, urina: alto contenuto.
  3. Elastase 1 nelle feci. È determinato dall'ELISA ed è il "gold standard" per l'individuazione della pancreatite.
  4. Determinazione della tolleranza al glucosio, determinazione dei livelli di zucchero nel sangue.
  5. Coprogramma: grasso elevato (steatorrea) e fibre muscolari non digerite (creatore).
  6. Test, ad esempio: benthiramide, test di Lund, secretina-pancreoiminimina, iodolipol, fluoresceina dilaurato, ecc.

Trattamento di pancreatite cronica

Durante esacerbazione di pancreatite cronica

1. Digiuno. Più intenso è il dolore, più lungo dovrebbe essere il periodo di digiuno.

Per mantenere la forza del paziente in questi giorni viene prescritta una nutrizione parenterale aggiuntiva. Quando il dolore diminuisce, è consentita un'alimentazione frazionata in piccole porzioni, con la limitazione del grasso.

2. Freddo. Se metti una bolla di ghiaccio nell'area della proiezione del pancreas, la secrezione di enzimi diminuirà leggermente.

3. Preparazioni medicinali:

  • Produzione enzimatica ridotta - somatostatina, octreotide.
  • Antiacidi per 2-3 settimane - ranitidina, omeprazolo, famotidina.
  • Enzimi (iniziano a prendere dopo la cessazione della fame) - Mezim Forte, Pancreatina. I preparati contenenti la bile durante l'esacerbazione della pancreatite cronica sono proibiti (ad esempio, festali, enzimatici, digestivi).
  • Analgesici e antispastici - analgin, novocaina, aminofillina, nitroglicerina, atropina, vari "cocktail litici", ecc.
  • Gli inibitori dell'enzima proteolitico - kontikal, gordoks, metiluracile, acido aminocaproico (in medicina straniera non possono essere utilizzati).
  • Prokinetics per ridurre la nausea - tsercal, motilium.
  • Antibiotici per complicanze infettive - cefalosporine, penicilline, carbenicilline, aminoglicosidi, fluorochinoloni.

Fase di remissione

Oltre l'esacerbazione in prima linea delle misure terapeutiche, si sostiene la dieta. Le raccomandazioni per la pancreatite cronica in remissione sono le seguenti:

  1. Rifiuto completo di alcol in qualsiasi forma.
  2. Nutrizione frazionata in piccole porzioni 5-6 volte al giorno.
  3. Proibito: marinate, brodi forti, cibi fritti, speziati, spezie, bevande gassate, caffè, tè.
  4. Aumento della quantità di proteine: varietà a basso contenuto di grassi di carne e pesce, ricotta a basso contenuto di grassi, formaggio a pasta molle.
  5. Limitare i grassi animali e anche i carboidrati raffinati.

Il cibo dovrebbe essere servito caldo.

Se un paziente ha una perdita di peso, diarrea periodica, perdita di appetito, quindi sostituire la terapia con i seguenti farmaci:

Si ritiene che gli enzimi siano assegnati in quantità sufficiente, se le feci diminuiscono a 3 volte al giorno, i fenomeni di flatulenza diminuiscono e la massa corporea aumenta.

Trattamento chirurgico

In alcuni casi, la pancreatite cronica negli adulti viene trattata prontamente:

  • con dolore intrattabile,
  • lo sviluppo di complicazioni (ad esempio, il verificarsi di sanguinamento)
  • in caso di sospetto cancro

I principali tipi di operazioni sono:

  • resezione parziale del pancreas,
  • operazioni di drenaggio per ridurre la pressione nei condotti,
  • intersezione di alcuni tronchi nervosi con dolore severo e non curabile

fisioterapia

  • Elettroforesi con novocaina o magnesia.
  • Diadynamics.
  • Terapia ad ultrasuoni
  • Terapia SMT

prevenzione

Le seguenti raccomandazioni aiuteranno a prevenire lo sviluppo di pancreatite cronica:

  1. Smettere di fumare, alcool.
  2. La dieta corretta (piccoli volumi, frazionaria).
  3. L'uso di cibo naturale e salutare.
  4. Trattamento tempestivo delle malattie del fegato, del duodeno, dello stomaco.

Caratteristiche di pancreatite in donne in gravidanza

Sfortunatamente, la pancreatite cronica può peggiorare durante la gravidanza. Ciò è dovuto ad alcune caratteristiche delle condizioni generali e del comportamento delle donne in gravidanza:

  1. Malattia da calcoli biliari.
  2. Cambiamenti nello stereotipo del cibo.
  3. Ipertrigliceridemia e iperlipidemia (aumento dei trigliceridi e dei lipidi nel sangue).
  4. Iperparatiroidismo (metabolismo del calcio).
  5. Alcolismo, fumo.
  6. Caratteristiche del comportamento di una donna incinta.
  7. Motilità alterata del sistema digestivo.
  8. Diminuzione dell'attività fisica.

I seguenti sintomi possono indicare l'esacerbazione della pancreatite nelle donne in gravidanza:

  • Vomito ripetuto nella prima metà della gravidanza fino a 17-22 settimane.
  • La comparsa di segni di dispepsia dopo 12 settimane di gravidanza.

I segni rimanenti sono simili a quelli con la consueta esacerbazione della pancreatite.

I principali sintomi della pancreatite cronica nelle donne in gravidanza

  1. Dolore epigastrico
  2. Nausea, vomito.
  3. Cattivo appetito
  4. Umore diminuito.
  5. Insonnia.
  6. Pelle gialla e sclera.
  7. Mal di testa.
  8. Battiti del cuore che rallentano.
  9. Abbassare la pressione sanguigna
  10. Aumento della temperatura
  11. Flatulenza e gonfiore.

Il trattamento delle donne in gravidanza con pancreatite cronica è trattato secondo i regimi standard, ma sono prescritti solo i farmaci che non sono controindicati in gravidanza.