Image

Come diagnosticare la pancreatite cronica

La pancreatite di solito inizia in forma acuta. Se non si adottano misure di emergenza per fermarlo, in alcuni casi può essere fatale. Tuttavia, in forma acuta, provoca un dolore così terribile e le condizioni del paziente peggiorano a tal punto che una persona è costretta a consultare un medico. Ma questa malattia, essendo sorto una volta, rimane, e la persona vive con essa fino alla fine dei suoi giorni. Possibile remissione e una graduale trasformazione in uno stato cronico.

Cause di pancreatite

Diagnosi di metodi di laboratorio di pancreatite cronica

I processi patologici nel pancreas sono caratterizzati da una lunga durata del flusso, durante il quale il parenchima liquido viene sostituito dal tessuto connettivo denso, si sviluppa l'ipofunzione organo endocrina ed esocrina. Le cause più comuni di pancreatite sono:

  • blocco del condotto principale,
  • formazione di pietra,
  • iperparatiroidismo,
  • predisposizione genetica
  • alcolismo

La fonte della presenza di disturbi della ghiandola è la deposizione di enzimi nei dotti. Gli enzimi ostruiscono i dotti e questa diventa la causa della loro espansione sullo sfondo della distruzione cellulare dell'apparato acinoso responsabile della sintesi delle proteine. Di conseguenza, i tessuti colpiti si atrofizzano e i tumori si sviluppano nei dotti.

Manifestazioni cliniche di pancreatite

Questa malattia si esprime in modo ineguale:

  • in forma dolorosa, e può essere considerato un classico:
  • di solito il dolore appare sopra lo stomaco e viene dato dietro nella schiena;
  • dolore di herpes zoster meno comune;
  • dolore nella destra, o nell'ipocondrio sinistro. La localizzazione del dolore è determinata dalla quantità di pancreas interessata dal processo infiammatorio.

Spesso, un attacco di dolore è innescato da alcol ubriaco, cibi grassi e piccanti abbondanti. E per fermare questo attacco, devi ricorrere a antidolorifici forti e anche contenenti narco. La pancreatite cronica ricorrente ricorda le sue manifestazioni acute, ma spesso senza molto dolore.

La forma latente è caratterizzata dall'assenza di dolore. Questo è il suo tradimento. Dopotutto, la sensazione di dolore è un segnale di un malfunzionamento in uno o nell'altro organo. Perché mentre non c'è dolore, le persone continuano a condurre un normale stile di vita, non prestando attenzione ad altri sintomi, o prendendo le loro pillole. Ma in forma latente, la malattia si manifesta raramente.

I pazienti lamentano spesso nausea, riluttanza a mangiare, innescata da contrazioni involontarie del tessuto muscolare duodenale, o processi infiammatori della sua membrana mucosa. C'è eruttazione, vomito. La funzione intestinale è compromessa.

Diagnosi di pancreatite

Diagnostica strumentale

Esame del paziente: palpazione

L'esame radiografico mostra la calcificazione. tessuto molle del pancreas, noto come calcificazione diffusa. Può verificarsi con iperfunzione della ghiandola tiroidea, tumori delle cellule delle isole, ed è anche caratteristico degli alcolisti cronici.

La tomografia computerizzata (TC) viene solitamente utilizzata quando si sospetta un tumore maligno a crescita lenta. Essendo un metodo costoso di diagnosi, la TAC amplia notevolmente le possibilità di individuare le malattie della ghiandola.

L'esame ecografico aiuta a determinare la pancreatite nel 90% dei pazienti, rileva la calcificazione, la distensione dei canali, determina o elimina la presenza di tumori. La colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERPHG) rileva il restringimento dei dotti, consente di determinare la localizzazione dei loro stati patologici - calcinati e tappi proteici.

Inoltre, un esame endoscopico dell'intero tratto gastrointestinale viene eseguito per ERPHG, che consente:

  1. Indagare il dotto pancreatico;
  2. Assaggiare il succo pancreatico per studiare;
  3. Per trovare le patologie accompagnatorie che provocano la pancreatite.

Test di laboratorio

Determinazione dello stato dei catalizzatori biologici del pancreas - enzimi. Tra gli enzimi che indicano lo stato patologico della ghiandola è l'amilasi, e quindi lo stato della sua attività nel sangue e nelle urine viene prima studiato. Si nota che la quantità di questo enzima nel sangue aumenta dopo 2-12 ore dall'esordio dell'attacco, raggiunge il suo apogeo all'inizio del nuovo giorno e con un decorso favorevole della malattia ritorna normale dopo 48-96 ore.

Un attacco di pancreatite provoca una violazione della parte centrale del canale nefronico, con conseguente ridotto assorbimento di amilasi e allo stesso tempo un aumento della clearance renale (la capacità dei reni di rimuovere i prodotti di scarto dal corpo).

Ma in un certo numero di pazienti il ​​peggioramento dell'infiammazione della ghiandola non influenza l'attività dell'amilasi e rimane stabile per tutto il decorso della malattia. In questa categoria di pazienti, il livello di amilasi è basso, a causa dei processi patologici dei tessuti del parenchima, e quindi i cambiamenti nell'attività dell'enzima sono appena evidenti.

Qui è necessario notare che lo stato di amilasi può indicare non solo le malattie del pancreas, ma anche indicare un'ulcera, peritonite, insufficienza renale e una serie di altre malattie. L'attività di amilasi può cambiare anche a causa dell'assunzione di alcuni farmaci: sulfonamidi, contraccettivi, diuretici, ecc.

Ultrasuono - come diagnosticare la pancreatite cronica

Un quadro più accurato, che diagnostica lo stato del pancreas, mostra la misurazione dell'attività della tripsina, e in particolare del tripsinogeno, la cui attività è dimostrata dalla pancreatite iperfermentativa. L'attività della fosfolipasi nel sangue è determinata nei seguenti modi:

  • immunoflyuorometricheskim,
  • biochimica,
  • radioimmunoassay.

La concentrazione e l'attività di questo enzima fornisce anche un quadro chiaro della patogenesi della pancreatite. È stato sviluppato un altro metodo enzimatico: l'analisi dell'elastasi. Come risultato dello studio dell'effetto degli enzimi sullo stato del pancreas, si è riscontrato che il contenuto di questo enzima sale prima degli altri e viene mantenuto per 10-12 giorni. La totalità di tutti i componenti delle analisi fornisce un quadro molto chiaro del decorso della malattia.

Lo stato della funzione della ghiandola esocrina

Un altro metodo per determinare lo stato di un organo è il test della secretina, che consente di determinare l'efficacia di una funzione esocrina. Questo metodo è abbastanza efficace, ma sfortunatamente non è disponibile ovunque a causa del suo alto costo. L'essenza di questo metodo è la seguente: in primo luogo, il pancreas stimola per via endovenosa secretin-pacreozymin. Dopo qualche tempo, il duodeno viene sondato con un dispositivo speciale che raccoglie il succo pancreatico.

La presenza di pancreatite è indicata da un basso contenuto di bicarbonato, che è inferiore a 90 meq / l. con normale contenuto del duodeno.

La quantità di succo pancreatico secreta in questo intestino è determinata dalla quantità di chimotripsina nei prodotti di escrezione. Viene anche utilizzato il metodo per determinare la quantità di elastasi 1 nelle feci del paziente. Steatorrea - un'aumentata concentrazione di grasso nei prodotti di escrezione del paziente nell '"accompagna la pancreatite" e indica una produzione insufficiente di enzimi che dividono il grasso. Per un'analisi efficace prima della procedura è necessario organizzare la nutrizione del paziente secondo la dieta di Schmidt, che includeva:

  • 105 g di proteine
  • 135 g di grassi e
  • 180 g di carboidrati.

L'alta composizione di grasso e sapone nel normale stato degli acidi grassi indica un'insufficienza esocrina dell'organo test.

trattamento

medicazione

Ogni gastroenterologo può diagnosticare la pancreatite cronica.

Sollievo dal dolore. Il trattamento farmacologico nella fase acuta è finalizzato ad alleviare il dolore con l'uso di antidolorifici - analgesici, Baralgin e altri. Raramente, se gli antidolorifici convenzionali non aiutano, usare l'artiglieria pesante - stupefacenti.

Diminuzione dell'attività della ghiandola

La colecistocina e la secretina sono sintetizzate nello stomaco - stimolanti del pancreas che lo fanno funzionare. In questo momento, l'organo malato inizia a lavorare in modo teso, causando al paziente ulteriore dolore. E per forzare il pancreas a rallentare il suo funzionamento, i bloccanti (Lanzoprazolo e Omeprazolo) sono inclusi nel complesso di trattamento. Inoltre, per ridurre la secrezione (sia endocrina che esocrina), viene somministrata la somastatina. Se vengono rilevati effetti collaterali, ridurre la dose.

Supporto enzimatico

Il punto centrale nello schema di trattamento della pancreatite è la terapia sostitutiva con l'uso di enzimi digestivi e, soprattutto, pancreatina. Aiutano anche a prevenire il dolore e compensare la carenza di questo enzima nel corpo, e sono urgentemente necessari in connessione con l'ipofunzione esocrina della ghiandola. Esistono diversi gruppi diversi di preparati enzimatici combinati tra di loro dai loro componenti costitutivi:

  • Farmaci prodotti da estratti della mucosa gastrica e compresi pepsina - Acidin-pepsina, Abomin, Pepsidil;
  • preparati contenenti enzimi pancreatici, come la lipasi amilasi e tripsina. Questi sono Creonte, Pancreatina, Mezim-forte, Triferment, Pankurmen;
  • farmaci che includono la pancreatina in combinazione con i componenti della bile e dell'emicellulosa in "Festal, Digestal, Enzistal;
  • Enzimi combinati;
  • Terapia anti-infiammatoria Qualsiasi disturbo del normale funzionamento di un organo è accompagnato dall'iniziazione di processi infettivi e infiammatori. Pertanto, durante l'esacerbazione della pancreatite cronica, vengono prescritte penicilline, beta-lattamici, tetracicline. Inoltre, la scelta del farmaco, la dose e la durata del corso sono determinati individualmente.
  • Antispastici. I farmaci che influenzano la muscolatura liscia sono prescritti per iper o iper-motorio della cistifellea. Nel primo caso vengono prescritti antispastici - Papaverin, Platyphyllin, Halidor, No-spa e altri; in secondo luogo, la procinetica che promuove l'attivazione della funzione contrattile del tessuto muscolare - Domperidone, Tsisaprid Eglonil e altri.
  • dieta

Un nutrizionista prescriverà sicuramente una dieta!

Una malattia grave apporta le proprie modifiche allo stile di vita del paziente. Una persona è costretta ad abbandonare completamente l'alcol, i cibi eccessivamente grassi, nella dieta per aderire a determinate diete e divieti. In uno stato di esacerbazione della pancreatite, accompagnato da un aumento dell'attività degli enzimi, al paziente viene prescritto il digiuno e l'uso di acqua minerale senza gas, tè depresso o brodo di rosa canina.

Solo dal terzo giorno, una dieta a basso contenuto calorico che limita i grassi e i carboidrati viene introdotta nella dieta. Quando è possibile arrestare l'esacerbazione, al paziente viene prescritta una dieta terapeutica - tabella numero 5a, che di solito è prescritta a pazienti con malattie dell'apparato digerente. Questa tabella dietetica include:

  1. Proteine ​​fino a 150 gr. (carne bollita, varietà a basso contenuto di grassi di pollame o pesce, latte e latticini, è consentito 1 uovo al giorno). Il 20 percento delle proteine ​​può essere di origine vegetale.
  2. Grassi - i grassi animali sono rigorosamente controindicati Consentito 10 grammi. burro, panna o panna acida e 20-30 gr. - vegetale
  3. Carboidrati - (marmellata, miele, zucchero) - permesso di usare entro 70 grammi. al giorno
  4. Cloruro di sodio (sale) - 8 g di acqua - 2-2,5 l.

Le vitamine A, C, B1, B2, B12, acido folico, PP e K devono essere presenti nel menu giornaliero, e quindi il paziente deve mangiare frutta e verdura in forma bollita, vapore e crudo. Per il paziente è necessario cucinare verdure, cereali, latticini, zuppe grattugiate. Sono ammessi piatti e prodotti per farine (ad eccezione dei prodotti di pasticceria). Fortemente stufato, stufato, in scatola, in salamoia, speziato. La dieta alimentare è parte del programma di trattamento generale.

Perché la pancreatite acuta è chiamata "malattia delle vacanze", imparerai dal video:

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Diagnosi e rilevazione di pancreatite

La diagnosi di pancreatite (pancreatite, latino) è un processo complesso e articolato che comprende la raccolta di reclami, una storia dettagliata, una serie di studi di laboratorio e strumentali. Una tale varietà di metodi diagnostici è dovuta al fatto che la pancreatite può verificarsi sotto la "maschera" di malattie di altri organi addominali. Per condurre una diagnosi accurata e una diagnosi differenziale, è necessario un esame completo del paziente. Iniziamo in ordine.

Reclami dei pazienti

Già, secondo i primi reclami dei pazienti, l'infiammazione acuta o cronica nel pancreas può essere diagnosticata con sufficiente precisione, facendo quindi una diagnosi differenziale nella fase di indagine. I seguenti reclami indicano la malattia:

  • I dolori sono intensi, si verificano in mezz'ora dopo l'ingestione di cibi grassi o fritti, dopo aver bevuto bevande alcoliche. Sono scandole, diffuse in tutto l'addome con irradiazione alla parte bassa della schiena, scapola. Il dolore persiste a lungo, non viene fermato assumendo i soliti analgesici.

È importante! Non tutti i pazienti hanno dolore. Nel 15% dei casi, la patologia è indolore o asintomatica, che porta a errori nella diagnosi.

  • Reclami di eruttazione, vomito, flatulenza, colatura, feci molli. Disturbi digestivi dovuti a atonia duodenale e lancio inverso di succo pancreatico nei condotti. Sia la pancreatite acuta che quella cronica sono caratterizzate da vomito, che non allevia la condizione. Al contrario, il paziente continua a provare nausea. Allo stesso tempo, si nota un sapore amaro in bocca o un sapore amaro di vomito.
  • Perdita di peso, debolezza muscolare, avitaminosi. Questi disturbi sono dovuti all'insufficienza enzimatica del pancreas.
  • Sete, secchezza delle fauci, sincope "affamate" - sintomi caratteristici del diabete. Sono dovuti al fatto che l'organo interessato non produce abbastanza insulina ormone ipoglicemizzante.

È importante!

Prendendo la storia

Non meno importante passo per la diagnosi. Il paziente accerta il momento del dolore, indipendentemente dal fatto che il suo aspetto sia legato all'assunzione di cibo. Nella pancreatite cronica, il dolore è permanente o si verifica dopo aver assunto cibi grassi e fritti, così come altri errori nella dieta. Le prime sensazioni dolorose compaiono entro 30-40 minuti. dopo aver mangiato È anche importante il modo in cui il paziente ha interrotto l'attacco doloroso, indipendentemente dal fatto che lo abbia aiutato. Nel processo acuto - il dolore è più intenso.

Il medico chiede se ci fosse una diminuzione dell'appetito alla vigilia dell'aggravamento, una sensazione di secchezza o amarezza in bocca. Nella pancreatite acuta, tutti questi sintomi sono presenti nel paziente. Anche il tempo di insorgenza di disturbi dispeptici e la natura del vomito sono significativi per la diagnosi. Un altro criterio diagnostico è il carattere delle feci. Sia nella pancreatite acuta che cronica, le feci sono liquide, di colore giallo, con una miscela di grasso nelle feci (steatorrea).

Ispezione visiva

All'esame, prestare attenzione alla pelle. Nella pancreatite biliare cronica dovuta a ittero meccanico, la cute, la sclera e la mucosa orale possono essere di colore ittero.

Quindi il medico palpa l'addome, mentre il paziente nota il dolore nel punto di proiezione della cistifellea sulla parete addominale. Una cistifellea ingrandita, che può essere facilmente palpata, aiuterà anche a sospettare la diagnosi di pancreatite biliare cronica.

All'esame, si notano i seguenti sintomi: assenza di pulsazione dell'aorta addominale durante la palpazione (a causa del pancreas gonfio), un sintomo di frenone positivo (dolorabilità conseguente alla palpazione tra le gambe del muscolo sternocleidomastoideo), assottigliamento del grasso sottocutaneo nell'area proiezioni del pancreas.

Metodi diagnostici di laboratorio

Determinazione dell'amilasi nel sangue

Lo studio non abbastanza informativo, come nel sangue amilasi nella pancreatite acuta è determinato solo nel primo giorno della malattia. L'amilasi entra nel flusso sanguigno dalle cellule pancreatiche distrutte. Un aumento di questo enzima non sempre parla a favore della patologia, poiché la maggior parte di questo composto entra nel sangue dalla saliva e non dalla ghiandola. Tuttavia, se il paziente è stato ricoverato durante le prime ore dopo l'inizio della sindrome del dolore e il test del sangue biochimico ha mostrato un aumento del livello di amilasi, allora questo rende possibile sospettare la malattia.

Determinazione nell'analisi del sangue degli enzimi pancreatici

I principali enzimi studiati sono la lipasi e l'elastasi.

È importante! Tutti gli indicatori (con aumento di infiammazione). Questa analisi più sensibile, tuttavia, non consente, con piena garanzia, di parlare di pancreatite acuta o cronica, in quanto questi composti si trovano in gran numero in altri organi.

Test funzionali

Chiamato per valutare la funzione escretoria del pancreas. Assegna studi diretti (sonda) e indiretti. Allo stesso tempo, la conclusione indica quale tipo di secrezione prevale nel paziente. Nella pancreatite acuta, la funzione enzimatica è nettamente ridotta, il che porta alla ipo-secrezione di tutti gli ormoni e degli enzimi digestivi.

Analisi delle feci

Prodotto per determinare la quantità di grasso in esso. In condizioni di iposecrezione, la digestione è compromessa, il che porta ad una compromissione della disintegrazione e all'assorbimento dei nutrienti. Un segno che indica la pancreatite cronica sarà il contenuto di grasso non digerito nelle feci (steatorrea). Successivamente, determinare il rapporto quantitativo dei grassi con altri nutrienti non digeriti. Applicare il test per determinare il contenuto nelle feci di elastasi. Questi studi sono altamente specifici per le malattie del pancreas.

Analisi biochimica delle urine

Determinazione dell'amilasi (diastasi) nelle urine. Anche analisi altamente specifiche, che è semplice ed economica da usare. È prescritto immediatamente, non appena un paziente con pancreatite acuta o cronica è ricoverato in ospedale. Non ci sono limiti evidenti all'aumento della diastasi nelle urine, poiché il livello dell'enzima dipenderà dalla gravità della malattia e da quanto volume di organi è stato sottoposto a necrosi e disintegrazione. Nel processo acuto, la quantità di amilasi supera 5-10 volte il livello normale.

emocromo completo

Incluso nei test minimi clinici. Nella pancreatite acuta e cronica si osserveranno cambiamenti infiammatori: un aumento del numero di leucociti fino alle forme giovani, la proteina C-reattiva, l'accelerazione del tasso di sedimentazione degli eritrociti.

Analisi del sangue biochimica

Viene prodotto per determinare il livello di tutti gli altri enzimi (transferasi (ALT, AsAT), LDH, ecc.), Il livello proteico (proteine ​​totali e il rapporto tra frazioni di albumina e globulina), il livello di bilirubina (diretta e indiretta).

Ha senso condurre un'analisi per determinare il livello di alcol nel sangue. Nella riacutizzazione della pancreatite alcolica cronica si verifica dopo aver assunto anche piccole quantità di bevande alcoliche. Con un aumento del livello di alcol in un paziente, si osserva un'intossicazione da alcol, che suggerisce la presenza di pancreatite.

La tabella dei principali indicatori di sangue che cambia con pancreatite

Nelle urine (diastasi):

Metodi diagnostici strumentali

In linea di massima, tutti i pazienti con questa malattia da studi strumentali conducono solo un esame ecografico degli organi addominali. Ciò è dovuto al fatto che la diagnosi può essere facilmente effettuata dopo il rilievo, l'esame del paziente e l'ottenimento di esami di laboratorio. Ultrasuoni: ricerca di alta qualità e affidabile della prima linea, in quanto economica, ma altamente informativa. Tutti gli altri studi sono poco informativi e non offrono prestazioni elevate per la diagnosi. Il loro uso è giustificato solo quando non è possibile visualizzare le aree interessate con l'aiuto di un esame ecografico o se si sospetta la presenza di un organo nel corpo (cancro, cisti, pseudocisti). In questo caso, sorge la domanda sul volume della chirurgia e della resezione.

Esame ecografico

Il "gold standard" della diagnosi. Un medico vedrà facilmente cambiamenti diffusi nel tessuto dell'organo interessato, ispessimento ed edema della capsula del pancreas. Nella pancreatite cronica, calcificazioni e pietrificazione, vengono trovati siti di distruzione del parenchima. Il vantaggio di questo studio è che permette di valutare la condizione di altri organi (la cistifellea, il fegato e le loro condotte). Questo è importante in violazione del deflusso di secrezione dovuto ai calcoli e alla presenza di colecistite, poiché in questo caso vengono create tutte le condizioni per lo sviluppo della malattia.

È importante! Nuovi metodi attualmente sviluppati di diagnostica ecografica. In particolare, ultrasuoni endoscopici e ultrasuoni intraduttali del pancreas. Questi studi permettono ai sensori di essere portati nello stomaco o nei condotti stessi, e il medico può studiare più in dettaglio e dare un parere sulle condizioni dell'organo. Lo svantaggio di questi studi è l'invasività, che aggrava l'infiammazione e la distruzione dell'organo.

Tomografia computerizzata

Molto spesso, questo studio viene nominato già in caso di complicanze. L'esame a raggi X permette di studiare in dettaglio la struttura del corpo (incluso il sistema circolatorio), per valutare il grado di distruzione della distruzione, per determinare la quantità di tessuto vivo e sano.

Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP)

Per la pancreatite biliare, viene eseguita ERCP. Una sonda speciale viene introdotta nel condotto principale, la cui apertura si apre sulla grande papilla duodenale e funge da mezzo di contrasto. Successivamente, il paziente acquisisce un'immagine a raggi X. Tale esame consente di valutare la permeabilità di molti (anche i più piccoli) condotti, per determinare la presenza o l'assenza di pietre e altri possibili ostacoli (stenosi, aderenze, attorcigliamenti). Nel corso del sondaggio, è possibile rimuovere pietre di piccole dimensioni, che saranno poi derivate naturalmente. Un tale metodo operativo è minimamente invasivo, quindi ora lo preferiscono.

Raramente utilizzati metodi di diagnostica strumentale

  • Fibrogastroduodenoscopia (fibrogastroduodenoscopia): consente di valutare le condizioni della papilla duodenale maggiore, per valutare le sezioni terminali del condotto stesso, per valutare la funzionalità dello sfintere di Oddi.
  • Radiografia del sondaggio della cavità addominale - uno studio utilizzato per la diagnosi differenziale. Spesso non ci sono cambiamenti nella foto con questa malattia, tranne nei casi in cui la pietrificazione (siti di calcificazione) si è già formata nel pancreas. Questa funzione consente con piena garanzia di parlare della presenza di pancreatite cronica in un paziente.
  • Laparoscopia. Più terapeutico, non metodo diagnostico. È utilizzato in situazioni controverse in cui gli studi di cui sopra potrebbero non visualizzare completamente l'organo interessato. Nel corso della diagnostica, varie procedure chirurgiche possono essere applicate a scopi terapeutici.

conclusione

La pancreatite è una delle poche diagnosi che possono essere impostate nella fase di intervistare un paziente. Dati di laboratorio e strumentali confermano la presenza di questa malattia. Quando un paziente entra in un ospedale o in un pronto soccorso, riceve una gamma completa di test di laboratorio e ultrasuoni. Con le difficoltà della diagnosi e nelle forme gravi della malattia, quando è richiesto un intervento chirurgico, al paziente vengono dati ulteriori metodi di esame strumentale (TC o RM, ERCP, FGDS, laparoscopia). Dopo la diagnosi, al paziente viene prescritta una terapia ed è sotto la supervisione dei medici per altre due settimane.

Come diagnosticare la pancreatite

Nella diagnosi delle malattie del pancreas, inclusa la pancreatite, i segni clinici non sono il ruolo principale. Non sono specifici, in quanto sono caratteristici delle patologie di diverse parti del sistema digestivo. La maggior parte delle informazioni fornite dal medico forniscono metodi diagnostici strumentali e di laboratorio. In combinazione con i dati di un esame obiettivo, ci permettono di distinguere la pancreatite da altre malattie.

Diagnosi di pancreatite acuta

Per diagnosticare la pancreatite acuta richiede velocità, tempestività, professionalità. I sintomi possono dire molto sul medico, che include:

  • circondando il dolore addominale;
  • nausea e vomito senza sollievo;
  • la debolezza;
  • un forte calo della pressione sanguigna;
  • vertigini;
  • pallore e sudore freddo appiccicoso;
  • aumento o diminuzione della temperatura corporea;
  • stitichezza o diarrea;
  • lingua asciutta e bianca.

Esistono numerosi segni diagnostici caratteristici della pancreatite, che utilizzano, in alcuni casi, la possibilità di stabilire una diagnosi accurata nei pazienti adulti, anche prima di condurre uno studio strumentale. Tra questi ci sono:

  1. Il sintomo della risurrezione: non puoi sentire la pulsazione aortica nella regione epigastrica (sotto lo sterno).
  2. Sintomo di Gray-Turner - la formazione di punti cianotici nel sito di proiezione del pancreas sulla parete addominale.
  3. Il sintomo di Cullen - la cianosi è osservata nell'ombelico. La comparsa di lividi indica l'infiltrazione dello strato di grasso sottocutaneo e il legamento rotondo del fegato con speciali prodotti di disintegrazione del pancreas.
  4. Sintomo Curte - è determinato dal dolore nel pancreas.
  5. Sintomo Mayo-Robson - c'è dolore nel sondare l'angolo formato dalla colonna vertebrale e le costole a sinistra.
  6. Il sintomo di Razdolsky è la definizione di dolore in percussione sull'area del pancreas, che è causata dall'infiammazione locale del peritoneo.
  7. Il sintomo di Shchetkin-Blumberg - un forte dolore si manifesta quando il peritoneo viene irritato immergendo il palmo in profondità nella parete addominale.

Diagnosi di pancreatite cronica

La diagnosi di pancreatite cronica in pazienti adulti inizia con la determinazione dei sintomi di questa malattia. I seguenti sintomi sono manifestazioni tipiche di questa patologia:

  • dolori sordi nel pancreas, cioè nell'ipocondrio sinistro;
  • irradiazione del dolore alla schiena o nella regione toracica;
  • l'insorgenza di dolore associato all'assunzione di cibi grassi, fritti, alcolici;
  • nausea;
  • diarrea, che è caratterizzata da una consistenza pastosa con riflessi oleosi e puzza;
  • rapida perdita di peso dovuta all'assenza di nutrienti dal cibo.

Una caratteristica della pancreatite cronica negli adulti è un lungo corso con periodi di esacerbazione e remissione. Le seguenti sindromi, che sono rare nella pancreatite acuta, sono anche caratteristiche di un lungo processo:

  • sindrome anemica;
  • iperglicemia (diabete mellito di tipo 2);
  • sindrome della funzione digestiva compromessa, che si esprime in nausea, alternanza di diarrea e stitichezza, misurismo e altri sintomi permanentemente presenti;
  • trombosi della vena splenica;
  • Sindrome di ristagno della bile, o colestasi, con grave ittero dovuto alla compressione del dotto biliare compresso pancreas tessuto cicatriziale.

Diagnosi di laboratorio di pancreatite

Il pancreas è un organo secernente che produce enzimi per la digestione, così come ormoni che influenzano il metabolismo generale. Pertanto, la patologia del pancreas porterà a uno squilibrio nella composizione chimica del sangue, delle urine, delle feci. I principali test di laboratorio eseguiti per la pancreatite negli adulti:

  1. Analisi biochimiche del sangue.
    Questa è l'analisi più indicativa per rilevare la disfunzione del pancreas. Le seguenti deviazioni dalla norma biochimica nel sangue sono rivelate:
    • Aumento di alfa-amilasi, che è uno degli enzimi della ghiandola. Questo enzima è responsabile della decomposizione dell'amido. Il suo rilevamento nel sangue in una quantità maggiore indica una lesione della ghiandola. Ma questa analisi non è critica, poiché l'alfa-amilasi può aumentare in altre patologie.
    • Aumentare la lipasi La lipasi è prodotta per trattare componenti alimentari grassi.
    • Un aumento del glucosio nel sangue indica una mancanza di insulina, che è innescata da un danno alle cellule delle isole di Langerhans.
    • Diminuzione dei livelli ematici di proteine, in particolare di albumina.
    • L'attività della proteina C-reattiva è aumentata.
    • L'urea può aumentare se il processo infiammatorio va ai reni.
  2. Valutazione del bilancio idrico ed elettrolitico del sangue.
    Quando la pancreatite innesca un complesso meccanismo patologico, che porta ad una forte carenza di liquido nel sangue, che può innescare un collasso. Inoltre, i livelli di calcio sono ridotti a meno di 2,15 mmol / l, il potassio è inferiore a 3,5 mmol / l, e il sodio è inferiore a 135 mmol / l. Tale squilibrio elettrolitico del sangue può portare a gravi disturbi cardiovascolari.
  3. Analisi del sangue clinico generale.
    Questo metodo diagnostico standard indica una risposta infiammatoria del corpo, come indicato da un aumento del numero di globuli bianchi, nonché un'accelerazione della sedimentazione degli eritrociti. Determinato anche dal grado di concentrazione dei globuli rossi nel sangue, che indica una mancanza di fluido nel sangue.
  4. Analisi delle urine.
    L'urina può anche indicare pancreatite se mostra un aumento di alfa-amilasi superiore a 17 U / h. Nei casi avanzati di pancreatite, si sviluppa l'insufficienza di tutti i sistemi di organi, compresi i reni, che sarà determinata quando i globuli rossi, i leucociti e le proteine ​​vengono rilevati nelle urine.

Diagnostica strumentale di pancreatite

Per diagnosticare la pancreatite in un paziente adulto, sono necessari metodi strumentali. Permettono di visualizzare il pancreas e gli effetti della pancreatite sul tratto gastrointestinale. Per la diagnosi delle malattie del pancreas e della pancreatite, vengono utilizzati i seguenti metodi strumentali:

  1. Esame ecografico
    È un punto necessario nella diagnosi. Grazie alla visualizzazione del pancreas, è possibile determinare lo stato del suo tessuto, i suoi dotti, le sue dimensioni e la presenza di fluido nella cavità addominale, che può rivelarsi masse purulente o necrotiche.
  2. Studio radiografico
    È usato per identificare le pietre nel pancreas e nei suoi dotti. È anche possibile identificare i sintomi indiretti della pancreatite: gonfiori intestinali gonfi, versamento nella cavità pleurica sinistra.
  3. Tomografia computerizzata
    Un metodo abbastanza informativo che può fornire informazioni sulle aree necrotiche della ghiandola, le sue dimensioni, il fluido nella cavità addominale e la cavità pleurica. A causa dell'alto costo del metodo, può essere trovato solo in grandi istituzioni mediche.
  4. Laparoscopia.
    Metodo di diagnosi e allo stesso tempo trattamento. Per questo è necessaria una sala operatoria appositamente attrezzata, che consentirà di esaminare l'organo in tempo reale, valutando l'entità della patologia. Ricorrere a tali metodi diagnostici nei casi più gravi.
  5. Endoscopia.
    Il metodo di diagnosi del pancreas si basa sulla visualizzazione degli organi interni della cavità con una videocamera. Eseguendo questa procedura, è possibile determinare il grado di coinvolgimento nel processo patologico dello stomaco e del duodeno. Dopo aver ispezionato il capezzolo faterov, si può concludere che potrebbe esserci una violazione del deflusso di secrezione prodotto dal pancreas, che potrebbe provocare pancreatite acuta. Inoltre, utilizzando un metodo endoscopico, un agente di contrasto viene iniettato nei dotti pancreatici e nel dotto biliare per determinare il livello della loro pervietà durante la radiografia. Ma la sostanza di contrasto stessa è piuttosto irritante per il tessuto ghiandolare e può scatenare un attacco di pancreatite.

Diagnosi differenziale di pancreatite

I sintomi della pancreatite si riferiscono a segni di "addome acuto". Ciò significa che è necessario differenziare la pancreatite con patologie chirurgiche addominali acute, ovvero:

  • ulcera perforata;
  • colecistite acuta;
  • ostruzione intestinale;
  • trombosi venosa intestinale;
  • infarto miocardico.
  1. Ulcera perforata
    La perforazione (perforazione) delle ulcere gastriche o intestinali differisce dalla pancreatite acuta per "dolore da pugnale". Questo dolore è associato con la penetrazione del contenuto gastrico o intestinale nel peritoneo, che causa la tensione riflessa della parete addominale anteriore, o il cosiddetto addome plateau-like. Per la pancreatite non è tipico. Il vomito è estremamente raro con la perforazione dell'ulcera. Il paziente durante la perforazione dell'ulcera giace immobile. E il paziente con pancreatite è irrequieto, correndo sul letto. Una radiografia del sondaggio indica un gas nella cavità addominale con un'ulcera perforata. La diagnosi finale è basata su ultrasuoni o laparoscopia.
  2. Colecistite acuta
    È abbastanza difficile distinguere queste due patologie. Ma a favore della colecistite parlerà localizzazione preferenziale del dolore sulla destra con irradiazione nell'area della spalla destra. Quando si eseguono gli ultrasuoni, è possibile determinare la localizzazione dell'infiammazione, ma vale la pena ricordare che la pancreatite può essere accompagnata da colecistite.
  3. Ostruzione intestinale acuta
    Il sintomo principale del dolore nell'ostruzione intestinale è un carattere crampo che ha una risonanza con la motilità intestinale squillante. E con la pancreatite, il dolore è costante, dolente. Sulla radiografia con pancreatite, l'intestino crasso sarà gonfio, ma senza le ciotole di Kloiber.
  4. Mezotromboz.
    La mesotrombosi colpisce più spesso gli anziani con malattie cardiovascolari. I sintomi allo stesso tempo crescono rapidamente, ma non hanno nulla a che fare con l'assunzione di un determinato cibo. Laparoscopia o angiografia può aiutare a risolvere i dubbi.
  5. Infarto miocardico
    Poiché l'elettrocardiografia viene eseguita di routine all'arrivo in ospedale, non sarà difficile stabilire un infarto del miocardio.

Attenzione! Gli articoli sul nostro sito sono solo a scopo informativo. Non ricorrere all'autotrattamento, è pericoloso, specialmente per le malattie del pancreas. Assicurati di consultare il tuo medico! È possibile fissare un appuntamento per vedere un medico online attraverso il nostro sito Web o consultare un medico in una directory.

Diagnosi di pancreatite negli adulti a casa

I segni clinici non svolgono un ruolo importante nella diagnosi di pancreatite e in generale di patologie pancreatiche. La loro specificità è caratteristica di varie patologie dell'apparato digerente. Le informazioni più complete possono essere ottenute utilizzando metodi diagnostici strumentali e di laboratorio. In combinazione con le informazioni ottenute durante un esame obiettivo, offrono l'opportunità di distinguere tra pancreatite e altre patologie.

Caratteristiche e sintomi diagnostici

La pancreatite è divisa in due forme: cronica e acuta. Ogni forma ha le sue caratteristiche di diagnosi.

Pancreatite cronica

La diagnosi di pancreatite cronica comprende principalmente la definizione dei sintomi di questa malattia. I sintomi tipici sono:

  • Dolori nell'area del pancreas (ipocondrio sinistro), con carattere opaco.
  • L'aspetto del dolore, che restituiscono o nella zona dietro lo sterno.
  • Sensazioni dolorose e nausea causate dall'inserimento di cibi grassi o fritti nel menu. Il ruolo negativo è giocato anche dall'alcol.
  • Diarrea caratterizzata da consistenza pastosa, lucentezza e puzza.
  • Perdita di peso rapida a causa della mancanza di nutrienti con il cibo.

La pancreatite cronica ha un lungo corso con periodi di remissione ed esacerbazione. I seguenti sintomi sono inerenti ad esso:

  • Anemia.
  • Iperglicemia (diabete mellito di tipo II).
  • Scarso sistema digestivo, che si esprime in nausea, diarrea, stitichezza, flatulenza.
  • Trombosi della vena splenica.
  • Stagnazione della bile (colestasi) con grave ittero sullo sfondo della spremitura dei dotti biliari con tessuto cicatriziale.

Pancreatite acuta

Per diagnosticare la pancreatite acuta sono necessarie la tempestività e la professionalità. I sintomi includono:

  • Cinge il dolore addominale.
  • Vomito e nausea.
  • Un forte calo della pressione sanguigna.
  • Colore della pelle pallido e sudore freddo.
  • L'aumento della temperatura o il forte calo.
  • Stitichezza o diarrea.
  • Forfora bianca in lingua secca.

Se ti chiedi come determinare la pancreatite a casa, allora puoi rispondere abbastanza decisamente. Ci sono diversi segni di riconoscimento della pancreatite prima dell'esame strumentale. Questi includono:

  1. Sintomo Resurrezione, in cui il polso non si sente sotto lo sterno (epigastrico).
  2. Il sintomo di Gray-Turner è caratterizzato da macchie bluastre quando il pancreas viene proiettato sulla parete del peritoneo.
  3. Il sintomo di Cullen è cianosi nell'ombelico. La comparsa di lividi indica che lo strato di grasso sottocutaneo e il legamento rotondo del fegato sono saturi di prodotti di decomposizione.
  4. Sintomo Curte - dolore al pancreas.
  5. Sintomo Mayo-Robson - dolore alla palpazione dell'angolo che forma la colonna vertebrale e le costole a sinistra.
  6. Il sintomo di Razdolsky è determinato dalla penosità delle percussioni sul pancreas, causata dall'infiammazione del peritoneo.
  7. Il sintomo di Shchyotkin-Blumberg è rivelato da un forte dolore durante l'irritazione del peritoneo per immersione profonda nella cavità addominale del palmo.

Tipi di studi diagnostici

La diagnosi di pancreatite negli adulti viene effettuata con diversi metodi. Dovrebbe considerare più in dettaglio ciascuno di loro.

Test di laboratorio

Il pancreas è un organo secernente che produce enzimi e ormoni che influenzano il metabolismo del corpo. È per questo motivo che interruzioni del suo funzionamento possono portare a cambiamenti nel sangue, nelle urine e nelle feci. Ci sono un certo numero di test di laboratorio che vengono effettuati nella diagnosi della malattia.

  • L'analisi biochimica del sangue è più indicativa della patologia. Ci sono diverse deviazioni di indicatori dalla norma:
    • Afa-amilasi aumentata. Lei è responsabile della scissione dell'amido. Se la sua performance è troppo alta, allora questo indica la patologia dell'organo. Tuttavia, tale analisi non è considerata critica, poiché l'alfa-amilasi può aumentare in altri disturbi.
    • Aumentare la lipasi È prodotto per la lavorazione di componenti grassi del cibo.
    • Si osserva un aumento del glucosio quando c'è una carenza di insulina.
    • Abbassare i livelli ematici di proteine, principalmente l'albumina.
    • L'attività della proteina C-reattiva è aumentata.
    • Il livello di urea può aumentare se il processo infiammatorio è passato ai reni.
  • Analisi della composizione acqua-elettrolita del sangue. Con la sconfitta del pancreas inizia un processo che può portare a una mancanza di liquido. Inoltre, i livelli di calcio, potassio e sodio diminuiranno. Tali gravi violazioni possono portare a gravi conseguenze con il sistema cardiovascolare.
  • Analisi del sangue generale Questa analisi conferma l'inizio del processo infiammatorio nel corpo. Che cosa è indicato dal numero aumentato di leucociti e dalla sedimentazione accelerata di eritrociti.
  • Analisi delle urine. Tale analisi può anche indicare la presenza di patologia se il livello di alfa-amilasi è superiore alla norma. Nei casi avanzati della malattia, c'è un fallimento di tutti i sistemi del corpo, compresi i reni. Questo sarà determinato se globuli rossi, globuli bianchi e proteine ​​sono rilevati nelle urine.

Diagnostica strumentale

Identificare la pancreatite usando metodi strumentali. Ciò consente la visualizzazione del pancreas e l'effetto della patologia sul tratto gastrointestinale. Per diagnosticare la malattia, applicare tali strumenti.

  1. Ultrasuono: la capacità di visualizzare la ghiandola e valutare lo stato dei tessuti dell'organo e dei dotti. Usando gli ultrasuoni, determina la dimensione della ghiandola. Se c'è liquido nella cavità addominale, questo può indicare masse purulente e necrotiche.
  2. L'esame a raggi X aiuta a determinare se ci sono pietre nel pancreas e nei suoi dotti. Puoi anche vedere i sintomi indiretti della malattia.
  3. La tomografia computerizzata è un metodo diagnostico abbastanza informativo. La TAC fornisce informazioni sulle parti necrotiche del corpo, le sue dimensioni, se non ci sono liquidi nella cavità addominale e nella cavità pleurica. Lo svantaggio del metodo è che è piuttosto costoso.
  4. Laparoscopia. Questo metodo di diagnosi è anche una sorta di trattamento. La laparoscopia richiede una sala operatoria appositamente attrezzata. L'equipaggiamento di tale sala operatoria consentirà di esaminare l'organo in tempo reale e valutare l'entità della patologia.
  5. Endoscopia. La base di questo metodo di diagnosi del pancreas è la visualizzazione degli organi interni utilizzando una videocamera. L'endoscopia mostrerà quanto lo stomaco e il duodeno sono coinvolti nel processo patologico, che ha causato una pancreatite acuta.

Riconoscimento differenziale di pancreatite

I sintomi della malattia sono simili ai sintomi di "addome acuto". È necessario differenziare la pancreatite con patologie acute nella cavità addominale:

  1. Ulcera perforata La perforazione (perforazione) di uno stomaco o di un'ulcera intestinale è accompagnata dal "dolore del pugnale", che è associato alla penetrazione del contenuto gastrico o intestinale nel peritoneo. La parete addominale anteriore riflessi i tempi, che provoca il cosiddetto addome piatto-come, e il paziente giace immobile. Tutto ciò è insolito per la pancreatite.
  2. La colecistite acuta è abbastanza difficile da distinguere dalla pancreatite. Ma la colecistite accompagna la localizzazione del dolore a destra, che irradia verso l'area della spalla destra. Gli ultrasuoni aiuteranno a identificare la localizzazione dell'infiammazione, ma non dobbiamo dimenticare che la pancreatite può accompagnare il colecito.
  3. Ostruzione intestinale acuta Il dolore nell'ostruzione intestinale ha un carattere angosciante. Mentre il dolore con pancreatite è costante e dolorante. Un radiogramma per pancreatite mostrerà un intestino crasso gonfio, ma senza le ciotole di Kloyber.
  4. La mesotrombosi colpisce spesso le persone anziane con patologia del sistema cardiovascolare. I sintomi stanno crescendo rapidamente, ma non ha nulla a che fare con l'assunzione di cibo. Laparoscopia o angiografia contribuirà a dare una diagnosi accurata.
  5. Infarto miocardico Una tale diagnosi non è difficile da stabilire usando l'elettrocardiografia.

Sii attento alla tua salute. Effettuare un'ecografia addominale almeno una volta all'anno per controllare gli organi per la presenza di patologie.

Pancreatite cronica: come identificare e curare una malattia

La pancreatite cronica è una patologia pancreatica associata allo sviluppo di un processo infiammatorio cronico. La malattia viene diagnosticata più spesso nelle donne di mezza età. La malattia può essere dovuta a pancreatite acuta, ma più spesso si sviluppa gradualmente sullo sfondo di patologie croniche del tubo digerente. È necessario considerare più in dettaglio che pancreatite cronica è, i suoi sintomi, quale diagnosi e trattamento è richiesto.

Cause di pancreatite cronica

Il pancreas sintetizza gli enzimi digestivi in ​​una forma inattiva. Protegge le cellule del corpo dai loro effetti. L'attivazione successiva degli enzimi si verifica solo nel lume del duodeno. Tuttavia, alcuni fattori possono interrompere l'equilibrio descritto e innescare meccanismi a cascata.

Si distinguono i seguenti fattori provocanti:

  • Cibi piccanti e grassi che aumentano il carico sul pancreas;
  • Abuso di alcol Questo ha un effetto tossico sull'organo digestivo, il succo pancreatico cambia la sua composizione;
  • il fumo;
  • Avvelenamento tossico;
  • Patologia del fegato e della colecisti (colelitiasi, epatite, colecistite). Le malattie comportano un aumento del carico sul pancreas e lo sviluppo della pancreatite biliare;
  • Rimozione della cistifellea;
  • Malattia vascolare aterosclerotica;
  • Patologia duodenale;
  • Lesioni che portano a una violazione dell'integrità della ghiandola;
  • Situazioni stressanti frequenti

Questi fattori portano a danni alle cellule del pancreas, allo sviluppo del processo infiammatorio asettico, a sintomi specifici. I processi patologici provocano una diminuzione della funzionalità dell'organo, la graduale sostituzione del tessuto ghiandolare sul connettivo. Di conseguenza, la malattia causa una diminuzione progressiva della capacità secretoria della ghiandola digestiva.

Classificazione di pancreatite cronica

A seconda dell'origine, le pancreatiti primitive croniche (tossiche, alcoliche) e secondarie (biliare) sono isolate. A seconda del quadro clinico, ci sono tali forme della malattia:

  • Dolore (ricorrente o persistente);
  • Pseudotumore (con ipertensione portale, colestatica, con parziale ostruzione duodenale);
  • Latente. La sintomatologia è assente;
  • Combinato. La malattia è caratterizzata dalla presenza di numerosi sintomi.

Secondo il quadro morfologico, la pancreatite cronica è classificata in:

  • ostruttiva;
  • calcificazione;
  • infiammatorio;
  • Indurativny.

Quadro clinico

Nella pancreatite cronica si sviluppano i seguenti sintomi:

  • Sindrome da dolore grave Il dolore può essere noioso o tagliente, in assenza di cure mediche tempestive, possono verificarsi shock dolorosi. Il dolore è localizzato nella regione epigastrica sulla destra, se l'infiammazione si sviluppa nella testa del pancreas, con il coinvolgimento del corpo nel processo infiammatorio - nella regione epigastrica a sinistra, con la coda colpita - nell'ipocondrio sinistro. La patologia estesa è caratterizzata da dolori muscolari;
  • Vomito. Durante un'esacerbazione, i pazienti si lamentano di vomito con una miscela di bile. Durante questo periodo, è richiesto un rifiuto completo del cibo;
  • Sgabello che si rompe Lo sviluppo di diarrea è caratteristico, le masse fecali hanno un odore forte, contengono cibo non digerito. La stitichezza si sviluppa meno frequentemente sullo sfondo della flatulenza;
  • Compromissione muscolare Durante un attacco, i muscoli addominali smettono di contrarsi, causando una forte flatulenza;
  • Instabilità della temperatura e della pressione sanguigna. Durante un attacco, il paziente si sente acutamente peggio. I salti di pressione del sangue causano irregolarità cardiache, mancanza di respiro, sudore appiccicoso, rivestimento giallastro sulla lingua;
  • Cambiamento nel colore della pelle. La pelle diventa pallida e diventa terrosa;
  • L'emorragia. Caratterizzato dalla formazione di lividi nella regione ombelicale e nella parte bassa della schiena. La pelle assume una tonalità di marmo. La ragione di questi cambiamenti è la penetrazione del sangue dalla ghiandola sotto la pelle;
  • Sviluppo di ittero ostruttivo. La pelle e la sclera diventano giallastre. La condizione è associata alla pressione del dotto biliare da parte dei tessuti pancreatici infiammati.

Inoltre, i pazienti lamentano perdita di appetito, secchezza della bocca, brontolio nell'addome. La pancreatite cronica è caratterizzata dalla presenza costante di sintomi dispeptici.

Misure diagnostiche

La diagnosi di pancreatite cronica comporta un approccio integrato. È impossibile diagnosticare con precisione, basandosi esclusivamente sul quadro clinico o sui risultati degli studi di laboratorio. Le misure diagnostiche dovrebbero iniziare con una visita medica e un'accurata analisi della storia.

Diagnosi di laboratorio

Per chiarire la diagnosi il medico dovrà condurre uno studio di laboratorio su feci, urina e sangue:

  1. Analisi del sangue generale Uno studio nel periodo di esacerbazione mostra un quadro di un processo infiammatorio non specifico: il numero di leucociti e aumenti di ESR;
  2. Studio biochimico del sangue. L'analisi consente di differenziare la malattia. Con un aumento della lipasi, dell'amilasi, del glucosio, dell'attività della proteina C-reattiva sullo sfondo di una diminuzione delle proteine ​​totali e dell'albumina nel sangue, si può sospettare la presenza di infiammazione del pancreas.
  3. Analisi delle urine. L'aumento della concentrazione di amilasi nelle urine (oltre 17 U / h) parla dello sviluppo della pancreatite.
  4. Coprogram. Determinato dall'elevato contenuto di grassi, fibre non digerite e fibre muscolari.

Usando metodi strumentali

Come parte della diagnosi strumentale della pancreatite cronica, vengono utilizzati metodi per visualizzare il pancreas, gli effetti della pancreatite sul corpo. I seguenti metodi sono ampiamente utilizzati:

  1. Diagnosi ecografica Questo non è uno studio invasivo ed efficace. Consente di determinare lo stato dell'organo e dei suoi dotti, le dimensioni, la presenza di fluido dietro il peritoneo, che è masse purulente o necrotiche.
  2. Radiografia. Utilizzato per identificare le pietre localizzate nella ghiandola o nei suoi dotti. Il metodo consente di stabilire la presenza di segni indiretti di pancreatite: versamento nella cavità pleurica, flatulenza.
  3. Tomografia computerizzata Il metodo appartiene ai tipi di ricerca più informativi, ma molto costosi. La tomografia consente di determinare la presenza di aree di necrosi del corpo, le sue dimensioni, la presenza di liquido nelle cavità pleurico e addominale.
  4. Laparoscopia. Questa tecnica consente non solo di diagnosticare la patologia, ma anche di produrre un trattamento chirurgico. Grazie a un dispositivo speciale (laparoscopio), il medico ha l'opportunità di esaminare attentamente l'organo, valutare l'entità del processo infiammatorio. Laparoscopia prescritta solo in casi gravi.

Diagnosi differenziale

Durante la pancreatite, il paziente sviluppa sintomi caratteristici di "addome acuto". Pertanto, come parte della diagnosi, è necessario escludere le seguenti patologie chirurgiche:

  • Perforazione dell'ulcera Lo sviluppo del dolore del pugnale, associato alla penetrazione del contenuto dello stomaco o dell'intestino nella cavità addominale, è caratteristico. Questo porta a una tensione riflessa della parete addominale, il paziente ha paura di muoversi. Tali sintomi non sono tipici per la pancreatite. Con lo sviluppo dell'attacco è caratterizzato da dolore acuto, da cui una persona si precipita a letto;
  • Colecistite acuta La differenziazione con questa malattia può causare alcune difficoltà. Tuttavia, con la colecistite, il dolore è localizzato sul lato destro, irradiato alla spalla destra;
  • Ostruzione intestinale acuta La patologia è caratterizzata dallo sviluppo di una sindrome da dolore cramping. La pancreatite causa costante dolore fastidioso. Come parte dello studio a raggi X, l'immagine mostrerà un intestino crasso gonfio senza le ciotole di Kloyber;
  • Mezotromboz. La malattia si sviluppa negli anziani nelle persone che hanno una storia di patologia del sistema cardiovascolare. La sintomatologia sta aumentando rapidamente, non ha alcuna connessione con l'assunzione di cibo.

Caratteristiche di trattamento di pancreatite cronica

Un trattamento efficace della pancreatite è possibile solo con un approccio integrato. Prevede la dietoterapia, i farmaci, l'uso di ricette di medicina tradizionale e la chirurgia nei casi più gravi.

Organizzazione nutrizionale medica

Come trattare la pancreatite cronica? La terapia della malattia comporta la riduzione del rischio di esacerbazioni e il mantenimento del lavoro della ghiandola digestiva. Pertanto, dovrebbe essere data particolare importanza alla corretta alimentazione.

Nei primi giorni di esacerbazione è necessario eliminare completamente l'assunzione di cibo. Il glucosio per via endovenosa è necessario per la nutrizione, per dissipare la sete viene utilizzato 1% di soluzione di bicarbonato di sodio.

Da 3-4 giorni è possibile aumentare gradualmente l'apporto calorico di cibo. La razione giornaliera (2-2,5 l di liquido) deve essere divisa in 8 dosi. Puoi assumere cibi non salati contenenti carboidrati semplici, vitamina C, gruppo B, molto liquido. Ammessi: succhi di frutta, miele, marmellata, decotti (ribes nero, rosa canina), bevande alla frutta.

Il quinto giorno, è possibile variare la dieta del cibo, che contiene una piccola quantità di proteine ​​vegetali e casearie. Solo dal 7 ° giorno è permesso consumare grassi. Il cibo dovrebbe essere grattugiato, cotto a vapore o bollito. I prodotti che stimolano la produzione di succo gastrico e pancreatico dovrebbero essere esclusi dalla dieta del paziente. Questi includono:

  • Brodi di carne e pesce;
  • Frutta e verdura fresca;
  • funghi;
  • Bevande alcoliche e gassate;
  • Cioccolato, caffè, cacao;
  • fagioli;
  • Piatti piccanti, fritti e salati;
  • Pane bianco nero e fresco;
  • uova;
  • Succhi di frutta vegetali e acidi;
  • Panna acida;
  • Eventuali dolci e muffin;
  • Cibi affumicati e in scatola;
  • Spezie.

Numerosi studi hanno dimostrato che una quantità completa di proteine ​​nella dieta porta ad un miglioramento delle condizioni del paziente. Pertanto, i pazienti dovrebbero assumere quotidianamente fino a 140 g di proteine, la maggior parte dei quali di origine animale.

Terapia farmacologica

I farmaci possono alleviare il dolore, eliminare l'infiammazione e normalizzare la digestione.

Sollievo dal dolore

A tal fine, farmaci ampiamente utilizzati con il seguente meccanismo di azione:

  • Bloccanti del recettore H2-istamina (famotidina, ranitidina). Riducono la produzione di acido cloridrico bloccando i recettori di istamina situati nella parete dello stomaco;
  • Antagonisti della pompa protonica (Omeprazolo, Pantoprazolo, Lansoprazolo, Rabeprazolo, Esomeprazolo). I mezzi causano l'inibizione della sintesi di acido cloridrico e riducono indirettamente l'attività del pancreas;
  • Farmaci antispastici (No-Shpa, Mebeverin, Spazmolgon). Il dolore nella pancreatite si sviluppa con l'aumentare della pressione all'interno dei dotti, gli antispastici possono eliminare il sintomo sgradevole.

Eliminazione di infiammazione

Per sopprimere il processo infiammatorio, sono indicati i farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Nurofen). L'efficacia della terapia è possibile solo con un ciclo di almeno 3 settimane.

Caratteristiche della terapia sostitutiva

L'infiammazione del pancreas provoca una violazione della produzione di enzimi digestivi, che influisce negativamente sulla qualità della digestione. Pertanto, la terapia con pancreatite deve sempre includere l'uso di preparati enzimatici (Mezim, Pancreatina, Creonte, Pangrolo, Festal). È importante scegliere la giusta dose del farmaco per normalizzare la digestione.

Tutti i preparati a base di enzimi hanno una membrana speciale che si dissolve solo nell'intestino. Le compresse sono prese con il cibo, non possono essere masticate.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico può essere richiesto per:

  • Complicazioni purulente;
  • Il verificarsi di cisti;
  • Stenosi dello sfintere di Oddi;
  • Ostruzione dei dotti della cistifellea e del pancreas;
  • Gravi cambiamenti nella ghiandola;
  • Grave pancreatite, quando la malattia non è suscettibile di metodi conservativi di terapia.

Uso della medicina tradizionale

L'uso aggiuntivo di ricette popolari deve essere concordato con il medico. Esistono i seguenti rimedi efficaci:

  • Per normalizzare l'escrezione della bile. Nelle stesse proporzioni (1 cucchiaio) mescolare le radici di tarassaco, tanaceto, poligono, camomilla e immortelle. Preparare la miscela in 1 litro di acqua bollente e infondere per 2 ore. Brodo prendere 200 ml 30 minuti dopo ogni pasto;
  • Per ridurre il dolore Mescolare e tagliare l'erba zapnik, dente di leone, motherwort, agrimonia, camomilla, achillea, piantaggine, mais essiccato. 2 cucchiai della miscela versare 500 ml di acqua bollente, lasciare per 8 ore. Mezzi presi prima di coricarsi;
  • Per ridurre l'infiammazione Da erba fresca piantaggine bisogno di spremere il succo. Viene preso in un cucchiaino prima di ogni pasto per 30 giorni.

Complicazioni di pancreatite cronica

La malattia porta a una graduale interruzione del lavoro di molti organi del corpo. Tra le prime complicazioni ci sono le seguenti patologie:

  • Ipertensione portale;
  • Ittero ostruttivo;
  • Sanguinamento causato da perforazione degli organi digestivi cavi;
  • Malattie infettive

La pancreatite contribuisce allo sviluppo di complicanze sistemiche:

  • Sindrome DIC;
  • encefalopatia;
  • Insufficienza multiorgano.

prospettiva

Se il paziente soddisfa in modo accurato le raccomandazioni del medico, la pancreatite ha una prognosi favorevole. In assenza di terapia e violazione dell'alimentazione, la malattia può portare alla morte.

Prevenzione delle malattie

Come parte della prevenzione primaria, si consiglia di eseguire i seguenti passaggi:

  • Seguire una dieta equilibrata;
  • Abbandonare le cattive abitudini (fumare, bere alcolici);
  • Bere una quantità sufficiente di liquido;
  • Terapia adeguata delle patologie degli organi digestivi.

La pancreatite cronica è una patologia comune. Questa malattia provoca cambiamenti irreversibili nella struttura del pancreas, richiede un trattamento responsabile.