Image

Ormone che riduce la glicemia

Ormone che riduce la glicemia

Ttg basso. Sintomatologia, test di laboratorio

Per il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Alla prima visita, l'endocrinologo, prima di prescrivere il trattamento, indirizza i pazienti a test ormonali correlati al funzionamento dell'ipofisi e delle ghiandole tiroidee. Uno dei test principali per determinare la causa della malattia è l'ormone stimolante la tiroide. L'ormone del TSH è rigenerato dalla ghiandola pituitaria e controlla la ghiandola tiroidea.

Le principali indicazioni per l'assunzione di test per l'ormone TSH:

  • la debolezza;
  • letargia;
  • tremore nelle mani;
  • insonnia;
  • disturbo del ritmo cardiaco;
  • mal di testa;
  • aumento della temperatura corporea;
  • irritabilità;
  • gonfiore del viso e del corpo.

Ridurre il livello di TSH porta agli effetti sopra descritti e al successivo trattamento a lungo termine. Perché il livello di ormone tireotropico cade? Gli endocrinologi definiscono i seguenti motivi per questo fenomeno:

  • tumori cerebrali;
  • meningite, encefalite, glioma;
  • concussione;
  • oncologia della tiroide;
  • adenoma tiroideo;
  • gozzo;
  • tiroidite.
  • Ipotiroidismo e TSH
  • Sindrome da ipotiroidismo subclinico
  • Diagnosi di laboratorio di ipotiroidismo e trattamento
  • I principali sintomi dell'ipertiroidismo

Ipotiroidismo e TSH

Il declino clinico della funzione tiroidea è chiamato ipotiroidismo. La comparsa di ipotiroidismo primario associato a una diminuzione della produzione di ormoni tiroidei è causata da processi patologici nella ghiandola tiroidea. L'ipotiroidismo non è una malattia, ma una condizione del corpo, quindi reagisce al TSH basso. I sintomi clinici scompaiono con la terapia ormonale.

L'ipotiroidismo secondario è determinato dalla diminuzione dell'ormone tiroxina T4 e T3 (triiodotironina) nel sangue, alterata sintesi proteica, scambio termico e produzione di calore. Nel sangue vengono rilevati prodotti di degradazione delle proteine.

Disturbi a cui l'ipotiroidismo secondario porta:

  • rallenta il processo di utilizzo e rimozione del grasso;
  • il processo di assorbimento del glucosio nell'intestino è disturbato;
  • ridotta produzione di ormoni sessuali e corticosteroidi;
  • glicosaminoglicani, condroitina-zolfo e acidi ialuronici si accumulano nella pelle, causando gonfiore.

L'ipotiroidismo è complicato dall'accumulo di liquido mucoso nel pericardio e nella cavità addominale. Disturbo ormonale non trattato a lungo termine porta a atrofia dei tessuti della tiroide.

Sindrome da ipotiroidismo subclinico

La disfunzione della ghiandola tiroidea può essere rintracciata perfettamente quando si verifica una sindrome di ipotiroidismo subclinico. I test di laboratorio mostrano un livello molto elevato di TSH, mentre T4 e T3 sono normali. L'ipotiroidismo subclinico colpisce più spesso le donne in età menopausale.

L'ipotiroidismo subclinico è una sindrome che non ha un quadro clinico chiaro, tuttavia, può essere ben osservato per la violazione delle funzioni della ghiandola tiroidea in studi di laboratorio. L'ipotiroidismo subclinico tende ad aumentare il livello di ormone stimolante la tiroide, mentre il livello di T4 e T3 liberi è normale. I sintomi sono mitigati dalla tiroxina, che contribuisce al miglioramento del benessere fisico, alla ripresa del metabolismo lipidico e alla rimozione degli infarti.

Un esame del sangue aiuta a rilevare un aumento del livello degli anticorpi della tiroide e a prevenire l'insorgenza di sintomi di ipotiroidismo clinico, pertanto gli endocrinologi riferiscono i pazienti a test con livelli di TSH al confine tra il disturbo e la norma.

Diagnosi di laboratorio di ipotiroidismo e trattamento

In qualsiasi forma di ipotiroidismo nel sangue, viene rilevato un basso livello di T4. Le anomalie della tiroide sono diagnosticate da una diminuzione del T3 e dell'elevato TSH.

L'ipotiroidismo di gozzo è caratterizzato da un alto livello di TSH e con il disturbo ipotalamico TSH è normale. Bassi livelli di TTH diagnosticano l'ipotiroidismo ipofisario.

L'ipertiroidismo tiroideo tiroide è caratterizzato da alti livelli di colesterolo e elevate concentrazioni di creatinfosfochinasi, che causa alterata attività cardiaca.

Eliminare i sintomi dell'ipotiroidismo assumendo levotiroxina. Il miglioramento avviene dopo circa due o tre settimane, poiché la sostanza non agisce all'istante. Il farmaco è preso per tutta la vita.

L'endocrinologo seleziona la dose corretta individualmente, dopo aver ricevuto un esame del sangue. Quando il TSH è inferiore alla dose normale del farmaco ridotta, se il TSH è al di sopra della norma, la dose aumenta.

Nel prendere levotiroxina deve essere consapevole del fatto che alcuni prodotti non sono combinati con il trattamento prescritto. Questa è soia, fibra, vitamine con calcio e ferro.

Cosa fa la diminuzione del livello di TSH

Un ridotto livello sierico di ormone stimolante la tiroide indica ipertiroidismo. La causa del limite inferiore di TSH è considerata thyrotoxicosis, tuttavia, ci sono altri motivi per la produzione di TSH al di sotto della norma:

  • dieta scorretta;
  • disfunzione della ghiandola pituitaria;
  • lo stress;
  • disturbi mentali;
  • gozzo tossico;
  • overdose di farmaci che abbassano il livello di ormone stimolante la tiroide.

I principali sintomi dell'ipertiroidismo

Le indicazioni del livello di TSH al di sotto della norma causano sintomi specifici:

  • drammatica perdita di peso;
  • perdita di capelli;
  • tremori;
  • intorpidimento delle braccia e delle gambe;
  • affaticamento costante;
  • intolleranza al freddo;
  • pelle secca;
  • depressione;
  • gonfiore;
  • discorso lento

Inoltre, il disturbo è complicato da sudorazione grave, metabolismo accelerato, insonnia, tessuti ossei deboli e spesso osteoporosi.

I sintomi dei disturbi ormonali hanno le loro caratteristiche in diversi periodi della vita di una persona. In vecchiaia, ad eccezione di quanto sopra, può verificarsi:

  • dolore al petto;
  • mancanza di respiro;
  • battito cardiaco accelerato;
  • spalle e gambe deboli.

Sintomi nei bambini:

  • declino cognitivo;
  • ansia costante;
  • iperattività;
  • Cattivo comportamento a scuola.

Trattamento dei disturbi associati a TSH basso

I metodi di trattamento sono selezionati individualmente da un endocrinologo, la dose dei farmaci dipende dalle condizioni fisiche del paziente e dalla causa dei disturbi ormonali. Aumentare il livello di TSH con la re-tomba T, El-thyroxin. Con tale squilibrio, l'automedicazione è proibita, il paziente deve consultare costantemente il medico curante, poiché la risposta all'assunzione di ormoni artificiali è imprevedibile.

Oltre alle preparazioni chimiche, le erbe vengono utilizzate per ripristinare la forma fisica:

  • radice di angelica;
  • radice di liquirizia;
  • achillea;
  • rosa canina;
  • Erba di San Giovanni;
  • camomilla;
  • cicoria;
  • Echinops;
  • madre e matrigna.

Il trattamento a base di erbe deve essere effettuato dopo aver consultato l'endocrinologo.

Il ruolo dell'insulina negli esseri umani

È un ormone peptidico che trasporta aminoacidi, glucosio e potassio. Grazie ai suoi effetti, l'equilibrio dei processi chimici del corpo viene mantenuto. L'ormone sale normalmente quasi immediatamente dopo un pasto nel sangue e diminuisce con il digiuno.

Ruolo dell'ormone

Un ormone insostituibile fornisce, insieme ai suoi antagonisti, una normale nutrizione cellulare, un equilibrio di scissione e saturazione del corpo con varie sostanze necessarie per l'attività vitale. Pertanto, il ruolo dell'insulina nel corpo non può essere ridotto al minimo. Dato che in sostanza è un ormone peptidico, è escluso il suo apporto e produzione per ingestione. Altrimenti, verrebbe semplicemente digerito come qualsiasi proteina nell'intestino e non svolgerebbe alcuna funzione.

I muscoli di qualsiasi gruppo del corpo umano sono costruiti grazie all'insulina, ma come? Attiva i ribosomi, i quali, a loro volta, nel processo del metabolismo producono la proteina necessaria per la massa muscolare. Questo è il materiale principale per la loro costruzione. Le persone che sono impegnate nel sollevamento pesi, consumano proteine ​​aggiuntive, il che è indesiderabile.

Normalmente, durante lo sforzo fisico, il corpo secerne le proteine ​​in quantità sufficiente. L'ormone, se consideriamo il metabolismo, lavora per decadere. In questa situazione, al contrario, impedisce la rottura delle fibre muscolari. Gli atleti seguono una dieta ottimale, in cui sono proibiti alcol, fumo, fast food, ecc.

Migliora l'attività del sistema enzimatico. Non importa quanto possa sembrare paradossale, ma più si produce l'ormone peptidico, più l'insulina stimola la produzione di glicogeno, anche se è un antagonista. Ma non sempre l'ormone rientra nell'intervallo normale nel corpo.

Nell'uomo, l'ormone regola non solo il metabolismo, ma anche la quantità di energia, influenzando il corpo da lati completamente diversi. Le sue funzioni sono in gran parte fornite dall'azione sull'attività di vari enzimi e antagonisti. Questo è l'unico ormone che può ridurre il livello di glucosio nel sangue. Ma quando viene nominato e per quale scopo?

Somministrazione di insulina

Quando il metabolismo è disturbato, è possibile un aumento del livello di zucchero (glucosio) a causa di una diminuzione della produzione di insulina e di una maggiore concentrazione dei suoi antagonisti. E questo già porta al diabete mellito del primo tipo. In questa malattia, il glucosio compare nelle urine, la quantità di minzione aumenta, quindi questa condizione è anche chiamata diabete da zucchero.

C'è il diabete del secondo tipo. Questi sono i casi in cui l'ormone stesso inizia a funzionare in modo errato (patologicamente). Il motivo potrebbe essere l'ereditarietà, l'alcol in dosi elevate, un'alimentazione scorretta, ecc. Per controllare questa condizione, l'IRI (insulina immunoreattiva) viene analizzata nel siero del sangue.

Questo esame stabilisce la presenza, il tipo di diabete, il grado di perdita della funzione. Esiste anche un antagonista (una sostanza con l'effetto opposto) di insulina - glucagone, che regola anche il metabolismo.

Funzioni di glucagone

Il corpo umano e il suo metabolismo sono molto complessi. Riesce a contenere sostanze opposte ea mantenere il perfetto equilibrio tra loro. Il corpo fisico di una persona non è in grado di suicidarsi in contrasto con quello psicologico (dipendenza da ciò che è nocivo e distruttivo). Un vivido esempio di questa interazione è l'insulina e il suo antagonista, il glucagone.

Quest'ultimo aumenta e promuove la funzione della ritenzione di zucchero, che è una salvezza per alcuni stati ipoglicemici. Perché non tutti? Perché alcuni non possono essere recuperati dal glucagone. Ad esempio, quando una persona consuma sistematicamente grandi quantità di alcol.

Tutti i tentativi infruttuosi di aumentare il livello di glucosio alla norma sono spiegati da un forte avvelenamento del corpo e dalla mancanza di funzione glucagone. L'ormone può agire solo con il normale funzionamento delle cellule epatiche. Come sai, quando penetra nell'alcol, il corpo provoca in un certo senso il suicidio delle cellule del fegato. Inoltre, è necessaria un'adeguata fornitura di glicogeno, che tali persone non hanno.

Anche la combinazione di insulina e alcol è molto pericolosa. Una sostanza migliora significativamente l'azione di un'altra sullo sfondo di grave intossicazione dell'intero organismo. Uno shock del corpo può verificarsi sullo sfondo di una carenza di glucosio catastrofica, che è necessaria per la nutrizione, in particolare per il cervello.

Va notato che anche l'alcol, indipendentemente dal fatto che venga usato un antagonista, contribuisce alla perdita di energia e calore. L'eccessivo antagonista 4 volte riduce la produzione di calore e grazie all'espansione dei vasi sanguigni contribuisce alla sua rapida comparsa.

Insulina in eccesso

Per qualche ragione, l'ormone non è sempre tenuto nel corpo entro il range normale. Quando il suo livello aumenta, può manifestarsi in un rapido aumento di peso e, di conseguenza, nell'obesità. Inoltre, può verificarsi il diabete del secondo tipo. In questo caso, l'alcol è un ulteriore fattore provocatorio.

Inoltre, l'eccessiva insulina blocca l'enzima lipasi. È responsabile principalmente della scomposizione dei componenti grassi. Pertanto, il loro utilizzo viene interrotto e vi è un accumulo costante nello spessore dei tessuti corporei. Sì, e la sintesi degli acidi grassi aumenta.

Per il trattamento della tiroide, i nostri lettori usano con successo il tè monastico. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

La reazione a catena del metabolismo attiva una maggiore secrezione delle ghiandole sebacee. Pertanto, ci sono vari problemi della pelle: acne, pori ostruiti, macchie nere, ecc. fino alla seborrea. L'uso di un antagonista dell'insulina non influirà sul decorso dell'ulteriore corso della malattia.

A causa della grande quantità di grasso, le navi soffrono, si formano placche aterosclerotiche. Le arterie e le vene sono soggette a trombosi, le loro pareti sono flaccide. Quando l'insulina è una quantità normale, dilata i vasi sanguigni, abbassando la pressione sanguigna. Con la sua accumulazione eccessiva, al contrario, aumenta. Questo meccanismo non è ancora stato studiato abbastanza per spiegare perché questo sta accadendo. Uno dei motivi di queste condizioni è la ridotta sensibilità all'insulina.

Insulino-resistenza

Oggi non è noto cosa determini la sensibilità all'insulina (resistenza all'insulina). Ma un tale fenomeno può essere violato nelle diverse fasi del metabolismo:

  • ormone anormale allo stadio della sua formazione;
  • abbassando il numero di recettori sensibili all'insulina;
  • in violazione della segnalazione e della fosforilazione.

L'ultima fase è considerata la più frequente e principale. La sensibilità insulinica alterata è determinata nel 99% dei casi di obesità. La ragione per un alto tasso di alta attività metabolica. La resistenza all'insulina è quasi dimezzata quando il peso normale viene superato del 30-40% e l'abuso di alcol. Questo è ciò che riguarda l'aumento del contenuto, ma quando è l'ormone prescritto in aggiunta e perché?

Somministrazione di insulina

È necessario scoprire in dettaglio perché l'insulina è necessaria, se è prescritta in aggiunta sotto forma di un farmaco e qual è l'effetto sul metabolismo. Usato proteina peptidica con produzione insufficiente del pancreas. Ma prima di tutto è necessario seguire una dieta specifica, escludere grassi, dolci, alcool, cottura al forno, ecc. Oltre a quei prodotti che aumentano drasticamente il livello di zucchero, devono essere rimossi anche gli antagonisti (abbassando il livello di glucosio).

Poche persone sanno da dove prendono la medicina. Ci sono analoghi sintetici e insulina biologica. Come menzionato sopra, eccetto che in un organismo vivente, non lo porterai da nessun'altra parte. Pertanto, per isolare l'insulina biologica, viene utilizzato il sangue dei maiali.

Recentemente vi è la tendenza a utilizzare analoghi artificiali a causa di fattori umani ed economici. Inoltre, è molto difficile pubblicare il problema dell'insulina pura, che svolgerà effettivamente le sue funzioni. Ma in quale forma può essere usato?

Forme ormonali

Attualmente vengono utilizzate solo 2 forme di insulina. Il primo e standard - questa iniezione, l'altro - azione prolungata. L'effetto più rapido e il periodo più breve (circa 6 ore) di esposizione al metabolismo si ottiene con iniezioni. Altri farmaci sono molto meno necessari da usare, quindi la terapia a lungo termine è molto più tollerata.

Solo perché nessuno è nominato. Tutto dipende dall'estensione della malattia, dalle dinamiche del trattamento precedente, dallo stato della funzione di altri organi, dalla necessità di cure di emergenza o ritardate. Di norma, le iniezioni classiche sono un sollievo di emergenza di un attacco. Se non applicato, il coma si sviluppa. Quando il flusso non è complicato e procede in forma leggera, i farmaci con un'azione prolungata sono eccellenti.

Pertanto, la diagnosi precoce è molto importante. Nelle fasi iniziali è sufficiente controllare semplicemente le condizioni del paziente. Quando il processo è iniziato, che è una specie di suicidio, è necessaria una lunga e massacrante terapia. Se la persona non è riuscita a evitare lo stato di coma, l'unico trattamento è l'iniezione di insulina. Il dosaggio è selezionato esclusivamente dal medico per ogni paziente individualmente.

Parallelamente al diabete e ai disordini metabolici, possono esserci altre malattie croniche. Alla reception di uno specialista devi nominare tutti i farmaci che una persona usa abitualmente. Il fatto è che alcuni farmaci sono controindicati in condizioni diabetiche.

Per ripristinare la funzione del corpo e la normalizzazione del metabolismo non è necessario essere costantemente in ospedale in un ospedale. Qualsiasi manipolazione può essere fatta a casa, ma è meglio che qualcuno si trovi nelle vicinanze. Non è raro che una persona abbia un attacco dopo aver mangiato o bevuto alcol, e fisicamente non può farsi l'iniezione. Qualsiasi prescrizione è prescritta solo dai medici, l'autotrattamento è una vera minaccia.

Quali ormoni possono aumentare e abbassare i livelli di zucchero nel sangue?

Il mantenimento della concentrazione di glucosio a livello normale viene effettuato con l'aiuto di ormoni. Ogni persona sa che il contenuto del carburante è regolato dall'insulina, un ormone che abbassa i livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, ci sono altri ormoni che lo aumentano.

Per capire il principio del metabolismo dei carboidrati, è necessario capire come agiscono l'insulina, quali ormoni aumentano lo zucchero nel sangue e perché è necessario.

Contenuto di zucchero

Il livello di zucchero nel sangue oscilla drammaticamente durante il giorno. Tuttavia, ci sono alcuni limiti per i quali non dovrebbe andare. Qualsiasi anomalia indica lo sviluppo di malattie gravi.

La concentrazione di glucosio ematico deve essere conforme ai seguenti parametri:

  • da 2,5 mmol / l per i neonati;
  • da 3,3 a 5,5 mmol / l per le persone con più di 15 anni.

Queste opzioni sono applicabili alle persone, indipendentemente dal loro genere. Il livello di glucosio è impostato su 15 anni. Al raggiungimento di questa età e fino alla vecchiaia, i valori delle norme rimangono invariati.

Un aumento della glicemia indica iperglicemia. Se questa condizione non è associata ad errori nella dieta o all'assunzione di determinati farmaci, si osserva un aumento persistente del livello di glucosio, viene diagnosticato il diabete mellito.

Se il livello di zucchero nel sangue, al contrario, diminuisce, si tratta di ipoglicemia. Questa condizione è accompagnata da fame, nausea e debolezza generale. Va notato che gli effetti dell'iperglicemia e dell'ipoglicemia sono gli stessi. Consistono nel fatto che le cellule stanno morendo di fame a causa della mancanza di energia, che porta alla loro morte.

Tipi di carboidrati

I carboidrati sono divisi in due gruppi:

  • semplici o monosaccaridi;
  • complesso o polisaccaridi.

I carboidrati semplici sono chiamati veloci a causa della loro capacità di aumentare immediatamente i livelli di zucchero nel sangue. I carboidrati complessi aumentano anche la glicemia, ma lo fanno molto lentamente. Per questo iniziarono ad essere chiamati carboidrati lenti.

I carboidrati semplici sono una fonte di energia veloce. Sicuramente ogni persona ha dovuto notare che dopo aver mangiato caramelle, è iniziata un'ondata istantanea di forza ed energia. Tuttavia, questa energia si esaurì rapidamente, poiché i carboidrati veloci non solo vengono rapidamente assorbiti, ma anche rapidamente rimossi dal corpo.

Il principale pericolo di carboidrati semplici è che essi esercitano un pesante carico sul pancreas. Quando entrano nel pancreas, è necessario produrre una grande quantità di insulina una volta. E sovraccarichi costanti possono causare un malfunzionamento di questo corpo, che causerà lo sviluppo di gravi malattie.

È per questo motivo che i più utili sono i carboidrati complessi, che entrano nel corpo insieme a proteine, fibre, cellulosa, pectina, inulina e amido.

Questi carboidrati vengono scomposti lentamente, fornendo un flusso graduale di glucosio nel sangue. Pertanto, il pancreas senza insulina produce insulina, evidenziandolo in quantità necessarie per mantenere i normali livelli di zucchero nel sangue.

Da dove provengono gli stock di glucosio

Come accennato in precedenza, l'insulina abbassa il livello di zucchero. Allo stesso tempo, quando il pancreas per qualche motivo produce una grande quantità di insulina, il livello di zucchero scende a un punto critico, che è una condizione non meno pericolosa. In questo caso, il corpo compensa la mancanza di glucosio assumendolo da altre fonti.

Le principali fonti di glucosio includono quanto segue:

  • alimentare;
  • il fegato e il tessuto muscolare, dove il glucosio è immagazzinato come glicogeno (il processo di formazione e rilascio di glicogeno è chiamato glicogenolisi);
  • grassi e proteine ​​(la formazione di glucosio da queste sostanze è chiamata gluconeogenesi).

Il cervello è l'organo più sensibile alla carenza di glucosio. Questo fattore è spiegato dal fatto che il cervello non è in grado di accumulare e immagazzinare il glicogeno. Questo è il motivo per cui con un'insufficiente assunzione di glucosio ci sono segni di compromissione dell'attività cerebrale.

L'insulina è un ormone pancreatico progettato per rilasciare glucosio nelle cellule. Cioè, l'insulina agisce come una specie di chiave. Senza di esso, le cellule non sono in grado di auto-assorbire il glucosio. L'unico organo le cui cellule non richiedono l'insulina per l'assorbimento del glucosio è il cervello. Questo fattore è spiegato dal fatto che con insufficiente zucchero nel sangue (ipoglicemia), la produzione di insulina è bloccata. In questo caso, il corpo getta tutto il potere di erogare glucosio al cervello. Il cervello è anche in grado di ricevere una certa quantità di energia dai chetoni. Cioè, il cervello è un organo indipendente dall'insulina che lo protegge da fattori avversi.

Quali ormoni regolano lo zucchero

La struttura del pancreas comprende molti gruppi di cellule che non hanno dotti escretori. Sono chiamati isolotti di Langerhans. Sono queste isole che producono insulina, un ormone che abbassa i livelli di zucchero nel sangue. Tuttavia, le isole di Langerhans producono anche un altro ormone, chiamato glucagone. Il glucagone è un antagonista dell'insulina, poiché la sua funzione principale è aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Gli ormoni che aumentano i livelli di glucosio sono prodotti dalle ghiandole surrenali, dall'ipofisi e dalle ghiandole tiroidee. Questi includono:

  • adrenalina (prodotta dalle ghiandole surrenali);
  • cortisolo (prodotto dalle ghiandole surrenali);
  • ormone della crescita (prodotto dalla ghiandola pituitaria);
  • tiroxina e triiodotironina (prodotta dalla ghiandola tiroidea).

Tutti gli ormoni che aumentano il livello di glucosio nel sangue, chiamato kontrinsulyarnymi. Inoltre, nell'implementazione del metabolismo dei carboidrati, il sistema nervoso vegetativo ha un'influenza diretta.

Effetti del glucagone

I principali effetti del glucagone sono i seguenti:

  • nell'aumentare la concentrazione di glucosio dovuta al rilascio di glicogeno dal fegato;
  • nell'ottenere glucosio dalle proteine;
  • nello stimolare la formazione di corpi chetonici nel fegato.

Nel metabolismo dei carboidrati, il fegato funge da riserva per lo stoccaggio del glicogeno. Il glucosio non reclamato viene convertito in glicogeno e depositato in cellule epatiche, dove viene immagazzinato per circostanze impreviste.

Se il livello di glucosio nel sangue scende bruscamente, ad esempio, durante il sonno di una notte, entra in gioco il glucagone. Converte il glicogeno in glucosio, dopodiché entra nel sangue.

Quando una persona è sveglia, potrebbe non avvertire la fame per 4 ore. Nel frattempo, di notte, quando una persona dorme, potrebbe non ricordare il cibo per 10 ore. Questo fattore è spiegato dall'azione del glucagone, che rilascia glucosio dal fegato e gli consente di fare del bene.

Se il tuo fegato secca il glicogeno, una persona può avere un grave attacco di ipoglicemia durante la notte. Lo stesso può accadere con un'attività fisica prolungata, non supportata da una porzione di carboidrati.

Il diabete mellito si sviluppa in violazione delle funzioni del pancreas, che cessa di produrre insulina. Tuttavia, la sintesi del glucagone è anche compromessa in tali persone. Pertanto, se una persona che soffre di diabete mellito insulino-dipendente, inietta insulina dall'esterno e il suo dosaggio è troppo grande, si verifica l'ipoglicemia. In questo caso, il corpo non include un meccanismo di compensazione sotto forma di produzione di glucagone.

Effetti dell'adrenalina

L'adrenalina è un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali in risposta a una situazione stressante. È per questa proprietà che si chiama ormone dello stress. Lui, come il glucagone, rilascia glicogeno dal fegato, trasformandolo in glucosio.

Va notato che l'adrenalina non solo aumenta il livello di zucchero, ma blocca anche la cattura del glucosio da parte delle cellule dei tessuti, non permettendo loro di assorbirlo. Questo fattore è spiegato dal fatto che al momento dello stress, l'adrenalina contribuisce alla conservazione del glucosio per il cervello.

I principali effetti dell'adrenalina sono i seguenti:

  • rilascia glicogeno dal fegato;
  • l'adrenalina attiva la sintesi del glucosio dalle proteine;
  • questo ormone non consente alle cellule dei tessuti di catturare il glucosio;
  • Sotto l'azione dell'adrenalina, il tessuto adiposo si rompe.

Nel corpo di una persona sana, in risposta ad una scarica di adrenalina, aumenta la sintesi di insulina, che aiuta a mantenere normali livelli di glucosio nel sangue. Nelle persone con diabete, la produzione di insulina non aumenta, ma perché hanno bisogno di una somministrazione aggiuntiva di insulina artificiale.

Sotto l'azione dell'adrenalina, un'ulteriore fonte di glucosio si accumula nel fegato sotto forma di chetoni, che sono formati da grassi.

Funzione di cortisolo

L'ormone cortisolo è prodotto anche dalle ghiandole surrenali in risposta allo stress. Tuttavia, svolge molte altre funzioni, compresa la partecipazione al metabolismo dei carboidrati, aumentando il livello di glucosio nel sangue.

Gli effetti del cortisolo sono i seguenti:

  • questo ormone attiva la formazione del glucosio dalle proteine;
  • il cortisolo blocca l'assorbimento di glucosio da parte delle cellule tissutali;
  • Il cortisolo, come l'adrenalina, promuove la formazione di chetoni dai grassi.

Funzioni somatotropine

L'ormone della crescita o l'ormone della crescita sono prodotti dalla ghiandola pituitaria ed è responsabile della crescita umana. Per questa qualità è chiamato ormone della crescita. Lui, come i precedenti due ormoni, riduce la capacità delle cellule di afferrare il glucosio. Allo stesso tempo, essendo un ormone anabolico, aumenta la quantità di massa muscolare e contribuisce all'accumulo di glicogeno nel tessuto muscolare.

Funzioni dell'ormone tiroideo

La tiroide produce due principali ormoni contenenti iodio:

La triiodotironina è sintetizzata dalla tiroxina, trasformata in forma attiva. Questi ormoni regolano tutti i processi metabolici nel corpo. Con il loro eccesso si sviluppa una malattia chiamata tireotossicosi. È caratterizzato da un aumento dei processi metabolici, che porta a un rapido esaurimento del corpo e all'usura degli organi interni.

Gli ormoni contenenti iodio contribuiscono anche ad un aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Tuttavia, lo fanno aumentando la sensibilità delle cellule alle catecolamine - un gruppo di sostanze biologicamente attive, compresa l'adrenalina.

Segni di iperglicemia

I seguenti sintomi indicano problemi con gli ormoni che regolano i livelli di glucosio:

  • sensazione di ansia;
  • sonnolenza e stanchezza senza causa;
  • mal di testa;
  • problemi con il pensiero;
  • incapacità di concentrazione;
  • sete intensa;
  • minzione aumentata;
  • violazione della motilità intestinale.

Questi sintomi sono caratteristici dell'iperglicemia, che è un segnale di allarme che indica lo sviluppo del diabete. È possibile che l'insulina - un ormone che abbassa i livelli di glucosio, sia prodotta in quantità insufficiente. Non meno pericolosa è la condizione in cui le cellule dei tessuti perdono la loro sensibilità all'insulina, a causa della quale non può fornire loro glucosio.

Per ridurre i livelli elevati di zucchero, è possibile utilizzare le iniezioni di insulina. Tuttavia, il medico deve prescrivere questo farmaco. Prima di iniziare la terapia con insulina, è necessario sottoporsi ad un esame, sulla base del quale il medico deciderà sulla necessità di un trattamento con ormoni. Forse, avendo trovato la malattia in una fase precoce, sarà possibile fare a meno di assumere pillole che normalizzano i valori di glucosio.

Segni di ipoglicemia

L'ipoglicemia è un frequente compagno di persone che soffrono di diabete, così come le donne che siedono su diete severe e che si stanno esaurendo con l'allenamento fisico.

Ma se nel primo caso il motivo della diminuzione della glicemia si trova nel sovradosaggio di insulina, nel secondo caso si tratta dell'esaurimento delle riserve di glicogeno, a causa della quale gli ormoni contrainsulari non possono regolare i livelli di glucosio.

I seguenti sintomi indicano che lo zucchero è ridotto:

  • aumento del battito cardiaco durante l'esercizio;
  • ansia e ansia;
  • mal di testa, accompagnato da vertigini;
  • dolore addominale, nausea e feci alterate;
  • mancanza di respiro;
  • intorpidimento del triangolo naso-labiale e delle dita;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • sensazione di depressione

Il ricevimento di carboidrati semplici, per esempio, tè dolce, biscotti o cioccolato aiuta ad eliminare le manifestazioni di ipoglicemia. Se questo metodo è impotente, solo un'iniezione di glucagone può aiutare. Tuttavia, come nel caso precedente, la terapia ormonale deve essere effettuata solo dopo l'esame e il calcolo del dosaggio del farmaco. L'automedicazione può causare gravi complicazioni.

conclusione

La salute umana dipende da un contenuto ormonale equilibrato. I seguenti fattori possono disturbare questo equilibrio:

  • dieta malsana;
  • bassa attività fisica;
  • tensione nervosa eccessiva.

Il mancato equilibrio tra la dieta di proteine, grassi e carboidrati può portare all'interruzione delle ghiandole endocrine, che influisce direttamente sul livello di zucchero nel sangue.

Lo stile di vita sedentario contribuisce all'aumento di peso, impedendo il lavoro degli organi interni. E il sovraccarico emotivo causa un aumento del rilascio di ormoni dello stress, sotto l'azione di cui le riserve di glicogeno sono esaurite.

Puoi salvarti dalle possibili complicazioni se usi cibi salutari, fai esercizi mattutini, cammina più spesso ed evita situazioni di conflitto.

L'effetto dell'istamina sulle malattie

Caratteristiche della struttura e funzioni dell'ipotalamo

Puoi nominare le proprietà degli ormoni?

Descrizione del PTH e sua diagnosi

Che ruolo hanno le proteine ​​ormonali nel corpo?

Ormoni che regolano il glucosio nel sangue

Gli ormoni del sangue che regolano la glicemia comprendono:

L'insulina è un ormone pancreatico che abbassa i livelli di glucosio nel sangue. Agisce come una chiave che "apre la porta" per il glucosio all'interno della cellula. L'insulina è importante per il corpo e ad essa è dedicata una sezione separata su "L'insulina e il suo valore per il corpo".

Glucagone, adrenalina, cortisolo, ormone della crescita - ormoni che aumentano i livelli di glucosio nel sangue. Ulteriori informazioni su ciascuno di loro più avanti nell'articolo.

Perché il corpo ha bisogno di regolare la glicemia?

Nelle persone senza diabete, il corpo è in grado di regolare la glicemia entro limiti ristretti, tra circa 4 e 7 mmol / l. Quando il livello di glucosio nel sangue scende al di sotto di 3,5 - 4,0 mmol / l, la persona si sente male. La diminuzione della glicemia influisce su tutte le reazioni nel corpo, quindi il corpo cerca di dire al cervello che è rimasto poco glucosio. Il corpo cerca di rilasciare glucosio dalle sue fonti, oltre a creare glucosio da grassi e proteine ​​(Figura 1).

Diagramma 1. Fonte: Diabete di tipo 1 di Ragnar Hanas in bambini e adolescenti

Il cervello non può immagazzinare il glucosio, quindi dipende dalla fornitura uniforme e continua di glucosio al flusso sanguigno.

Il cervello non può funzionare senza un'adeguata fornitura di glucosio.

È interessante notare che il cervello non ha bisogno di insulina per spostare il glucosio nella cellula, si riferisce agli organi "insulino-indipendenti". A prima vista, questo può sembrare illogico, tuttavia, in situazioni in cui il corpo ha bassi livelli di glucosio, la produzione di insulina si ferma, preservando così il glucosio per gli organi più importanti, vale a dire il cervello. Ma se il corpo non continua a ricevere glucosio (se una persona sta morendo di fame), allora il cervello si adatta e utilizzerà un'altra fonte di energia, principalmente chetoni.

Nonostante il fatto che le cellule cerebrali estraggono energia dai chetoni, è ancora inferiore rispetto a quando usano il glucosio.

Materiale sul tema:

D'altra parte, se una persona ha il diabete mellito e il suo livello di glucosio nel sangue è alto, le cellule indipendenti dall'insulina assorbiranno grandi quantità di glucosio e, di conseguenza, porteranno al loro danno e, quindi, all'interruzione del funzionamento dell'organo nel suo complesso.

Mentre l'insulina ormonale abbassa il livello di glucosio nel sangue, un gruppo di ormoni (glucagone, adrenalina, cortisolo, ormone della crescita) lo aumentano (Schema 2). Il basso livello di glucosio nel sangue (ipoglicemia) è una seria minaccia per le funzioni vitali del corpo. Pertanto, un intero gruppo di ormoni è responsabile per aumentare il livello di glucosio nel sangue, e questo gruppo di ormoni è anche chiamato ormoni contrainsulari o contro-regolatori. E le reazioni del corpo volte ad aumentare i livelli di glucosio nel sangue sono chiamate reazioni contro-regolatorie. Oltre agli ormoni, il sistema nervoso autonomo è anche coinvolto in reazioni controregolatorie.

glucagone

Il glucagone è un ormone prodotto dal pancreas, cioè le cellule alfa delle isole di Langerhans.

Una delle funzioni del fegato è la conservazione del glucosio. Quando c'è molto glucosio nel sangue, per esempio, dopo un pasto, il glucosio sotto l'influenza dell'insulina entra nelle cellule del fegato e viene immagazzinato in loro come glicogeno. Come i soldi che metti in un conto bancario quando ne hai un sacco (Fig. 1).

Fig.1. Fonte: diabete tipo 1 Ragnar Hanas in bambini e adolescenti

Quando il livello di glucosio nel sangue diminuisce, ad esempio, poche ore dopo un pasto o di notte, il glucagone inizia ad agire. Distrugge il glicogeno in glucosio, che poi entra nel sangue. Puoi anche prelevare denaro in banca se i tempi sono difficili (foto 2).

Fig. 2. Fonte: diabete tipo 1 di Ragnar Hanas in bambini e adolescenti

Durante il giorno, una persona avverte una sensazione di fame a intervalli di circa 4 ore, mentre di notte il corpo può stare senza cibo per 8-10 ore. Ciò accade perché di notte il glicogeno dal fegato viene distrutto dal glucagone e dagli ormoni adrenalinici nel glucosio, che entra nel sangue.

È importante per le persone con diabete ricordare che se non hanno una fornitura di glicogeno nel fegato, il glucagone di notte non sarà in grado di aumentare i livelli di glucosio nel sangue, quindi l'ipoglicemia accadrà. Questo può accadere se non hai mangiato abbastanza carboidrati negli sport e il tuo corpo ha dovuto spendere le sue riserve di glicogeno durante il giorno. Inoltre, l'ipoglicemia ritardata (ipoglicemia notturna) si verifica dopo aver bevuto alcolici, poiché l'alcol neutralizza l'azione del glucagone.

Materiale sul tema:

Gli studi dimostrano che nel diabete mellito di tipo 1, non solo diminuisce la funzione delle cellule beta (produzione di insulina), ma anche la funzione delle cellule alfa cambia. La capacità del pancreas di produrre una quantità adeguata di glucagone in risposta all'ipoglicemia è compromessa. Cioè, c'è uno squilibrio tra insulina e glucagone. A sua volta, ciò porta a una violazione della risposta contro-regolatoria all'ipoglicemia.

Inoltre, le persone con diabete non diminuiscono la produzione di glucagone quando i loro livelli di glucosio nel sangue aumentano. Questo perché le iniezioni di insulina sono fatte nel tessuto adiposo sottocutaneo e dal momento in cui l'insulina raggiunge le cellule alfa pancreatiche, la sua concentrazione sarà bassa e non sarà in grado di sopprimere la produzione di glucagone. Di conseguenza, oltre al glucosio ottenuto dal cibo, ci sarà il glucosio ematico dal fegato ottenuto dalla scissione del glicogeno in glucosio sotto l'influenza del glucagone.

Le pompe contenenti insulina e serbatoi di glucagone sono attualmente allo studio per simulare in modo più accurato i livelli di glucosio nel sangue nelle persone senza diabete. In misura maggiore, questo metodo viene utilizzato negli studi sullo sviluppo di un pancreas artificiale. Ma ci sono anche delle difficoltà, dal momento che una persona con diabete deve controllare non solo la somministrazione di insulina, ma anche la somministrazione di glucagone, cioè il doppio dei problemi creati. Ciò, a sua volta, può portare a una sindrome del burnout emotivo, a una diminuzione della qualità della vita e ad un peggioramento del controllo glicemico.

L'iniezione di glucagone è un buon rimedio per il trattamento dell'ipoglicemia grave. L'ipoglicemia grave è l'ipoglicemia, che ha richiesto l'aiuto di un'altra persona, vale a dire, se una persona con diabete mellito è incosciente, ha convulsioni, o non è in grado di bere o mangiare gli alimenti necessari per fermare l'ipoglicemia. Tutte le persone con diabete in terapia insulinica, così come i loro parenti e amici, devono avere glucagone con te e sapere come usarlo.

adrenalina

L'adrenalina è un ormone dello stress secreto dalle ghiandole surrenali (Figura 3).

Figura 3. Posizione anatomica delle ghiandole surrenali e dei reni.

L'adrenalina aumenta i livelli di glucosio nel sangue, principalmente a causa della distruzione del glicogeno nel fegato. La concentrazione di adrenalina aumenta quando il corpo è esposto a stress, febbre o acidosi (ad esempio, chetoacidosi diabetica). L'epinefrina riduce anche l'assorbimento di glucosio da parte delle cellule del corpo. Questo può sembrarti strano, fino a quando non ricordi che tutte le reazioni del corpo durante l'ipoglicemia mirano a preservare il glucosio disponibile per il cervello.

Il corpo umano fu originariamente creato per vivere nell'età della pietra. Se una persona incontrava un mammut o un'altra bestia selvaggia, allora aveva due opzioni per combattere o fuggire (Figura 4). In entrambi i casi, per il corpo era necessario un combustibile aggiuntivo, sotto forma di glucosio. Nel nostro attuale stile di vita, l'adrenalina si distingue anche quando sperimentiamo o sperimentiamo la paura. Ma, per la maggior parte, le nostre paure sono causate da notizie spaventose dalla TV o da Internet, e non richiedono un'ondata di forza fisica aggiuntiva.

Fig. 4. Cervo da caccia. Valtorta artyx.ru

Nelle persone senza diabete, quando si verifica una situazione stressante, la produzione di insulina aumenta ei livelli di glucosio rimangono normali. Ma per le persone con diabete, è più difficile prevedere la risposta del glucosio nel sangue allo stress. Dal momento che persone diverse hanno diversi livelli di resistenza allo stress e, in linea di principio, diverse circostanze causano paura. Pertanto, la correzione delle dosi di insulina deve essere affrontata individualmente.

Quando una persona diabetica ha l'ipoglicemia, la secrezione di adrenalina può aumentare il livello di glucosio nel sangue, stimolando la disgregazione del glicogeno nel fegato, ma allo stesso tempo, l'adrenalina causa aumento di sudorazione, ansia e palpitazioni, cioè sintomi di ipoglicemia.

L'epinefrina stimola anche la ripartizione dei grassi per liberare gli acidi grassi, dai quali possono essere creati i chetoni nel fegato.

cortisolo

Il cortisolo è un altro importante ormone che viene rilasciato dalle ghiandole surrenali (Figura 3) in risposta allo stress e colpisce molte funzioni nel corpo, compresi gli aumenti dei livelli di glucosio nel sangue.

Il cortisolo aumenta i livelli di glucosio nel sangue sintetizzando il glucosio dalle proteine ​​(questo processo è chiamato gluconeogenesi) e riducendo l'assorbimento di glucosio da parte delle cellule del corpo. Il cortisolo contribuisce anche alla decomposizione dei grassi per liberare gli acidi grassi dai quali possono essere prodotti i chetoni.

Ormone della crescita

L'ormone della crescita è prodotto nella ghiandola pituitaria, che è appena sotto il cervello (Figura 5).

Figura 5. Fonte: diabete tipo 1 Ragnar Hanas in bambini e adolescenti

La funzione principale dell'ormone della crescita è stimolare la crescita. Aumenta anche i livelli di glucosio nel sangue riducendo l'assorbimento di glucosio da parte delle cellule del corpo. L'ormone della crescita porta ad un aumento del tessuto muscolare e ad un aumento della disgregazione dei grassi.

Durante la pubertà, quando gli adolescenti crescono rapidamente, producono una grande quantità di ormone della crescita, quindi, questo porta ad un aumentato bisogno di insulina.

Il fenomeno di "alba" o "fenomeno alba"

Tutti gli ormoni contrainsulari hanno un picco di secrezione durante le prime ore del mattino. Pertanto, le persone con diabete di tipo 1 sperimentano un aumento del glucosio nel sangue dalle 3-4 alle 7-8 del mattino e possono svegliarsi al mattino con alti livelli di glucosio nel sangue. Leggi di più sul fenomeno dell'alba qui.

Ormone che riduce la glicemia

Ipertensione endocrina: feocromocitoma, iperaldosteronismo, sindrome di Cushing

Per molti anni alle prese con ipertensione senza successo?

Il capo dell'Istituto: "Sarai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione assumendola ogni giorno.

Nell'articolo di oggi discuteremo dei problemi che sono attribuiti alle cause endocrine dell'ipertensione, cioè l'aumento della pressione sanguigna a causa dell'eccessiva produzione di qualche tipo di ormone.

Per il trattamento dell'ipertensione, i nostri lettori usano con successo ReCardio. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

  1. Per prima cosa elenchiamo gli ormoni che possono causare problemi e scoprirai quale ruolo svolgono nel corpo quando tutto è normale.
  2. Poi parla delle malattie specifiche che sono incluse nell'elenco delle cause endocrine dell'ipertensione
  3. E soprattutto - forniremo informazioni dettagliate sui metodi del loro trattamento.

Ho fatto del mio meglio per spiegare problemi medici complessi in un linguaggio semplice. Spero di renderlo più o meno accaduto. Le informazioni sull'anatomia e la fisiologia nell'articolo sono presentate in modo molto semplice, non abbastanza dettagliato per i professionisti, ma per i pazienti - giusto.

Feocromocitoma, aldosteronismo primario, sindrome di Cushing, problemi alla tiroide e altre malattie endocrine sono la causa dell'ipertensione in circa l'1% dei pazienti. Si tratta di decine di migliaia di pazienti russofoni che possono essere completamente curati o almeno sollevati dalla loro ipertensione, se trattati da medici ragionevoli. Se hai l'ipertensione dovuta a cause endocrine, allora senza un medico non puoi curarlo. Ed è estremamente importante trovare un buon endocrinologo e non essere trattato dal primo disponibile. Avrai anche bisogno di informazioni generali sui metodi di trattamento che forniamo qui.

Ghiandole e ormoni che ci interessano

La ghiandola pituitaria (sinonimo: ghiandola pituitaria) è una ghiandola arrotondata situata sulla superficie inferiore del cervello. La ghiandola pituitaria produce ormoni che influenzano il metabolismo e, in particolare, la crescita. Se la ghiandola pituitaria è colpita da un tumore, allora questo provoca una maggiore produzione di alcuni ormoni al suo interno, e quindi "lungo la catena" nelle ghiandole surrenali, che controlla. Il tumore pituitario è spesso la causa endocrinologica dell'ipertensione. Leggi sotto per i dettagli.

Le ghiandole surrenali sono ghiandole che producono vari ormoni, tra cui le catecolamine (adrenalina, norepinefrina e dopamina), l'aldosterone e il cortisolo. Queste ghiandole nell'uomo 2 pz. Si trovano, come non è difficile da indovinare, sopra i reni.

Se un tumore si sviluppa in una o entrambe le ghiandole surrenali, ciò causa una produzione eccessiva di un qualche tipo di ormone, che a sua volta causa ipertensione. Inoltre, tale ipertensione è solitamente stabile, maligna e non curabile con le pillole. La produzione di determinati ormoni nelle ghiandole surrenali è controllata dalla ghiandola pituitaria. Quindi, non c'è una, ma due potenziali fonti di problemi con questi ormoni - malattie sia delle ghiandole surrenali che della ghiandola pituitaria.

L'ipertensione può causare un'eccessiva produzione dei seguenti ormoni nelle ghiandole surrenali:

  • Catecolamine - adrenalina, norepinefrina e dopamina. La loro produzione è controllata dall'ormone adrenocorticotropo (ACTH, corticotropina), che viene prodotto nella ghiandola pituitaria.
  • L'aldosterone - si forma nella zona glomerulare della corteccia surrenale. Causa la ritenzione di sali e acqua nel corpo, aumenta anche l'escrezione di potassio. Aumenta il volume ematico circolante e la pressione arteriosa sistemica. Se ci sono problemi con aldosterone, edema, ipertensione e talvolta insufficienza cardiaca congestizia, così come debolezza a causa di bassi livelli di potassio nel sangue, si sviluppano.
  • Il cortisolo è un ormone che ha un effetto multiforme sul metabolismo, risparmiando le risorse energetiche del corpo. Sintetizzato nello strato esterno (corteccia) delle ghiandole surrenali.

La catecolamina e il cortisolo sono prodotti nelle ghiandole surrenali sotto il controllo della ghiandola pituitaria. La ghiandola pituitaria non controlla la produzione di aldosterone.

L'adrenalina è un ormone della paura. La sua liberazione avviene durante qualsiasi forte agitazione o brusco sforzo fisico. L'adrenalina satura il sangue con glucosio e grassi, aumenta l'assorbimento di zucchero dal sangue da parte delle cellule, causa la costrizione dei vasi della cavità addominale, della pelle e delle mucose.

  • Il modo migliore per curare l'ipertensione (rapido, facile, buono per la salute, senza farmaci "chimici" e integratori alimentari)
  • L'ipertensione è un modo popolare per curarlo per gli stadi 1 e 2
  • Cause di ipertensione e come eliminarli. Analisi dell'ipertensione
  • Trattamento efficace dell'ipertensione senza farmaci

La norepinefrina è un ormone della rabbia. Come risultato del suo rilascio nel sangue, una persona diventa aggressiva, la forza muscolare aumenta in modo significativo. La secrezione di norepinefrina aumenta con lo stress, il sanguinamento, il lavoro fisico pesante e altre situazioni che richiedono una rapida ristrutturazione del corpo. La norepinefrina ha un forte effetto vasocostrittore e svolge un ruolo chiave nel regolare la velocità e il volume del flusso sanguigno.

La dopamina provoca un aumento della gittata cardiaca e migliora il flusso sanguigno. Dalla dopamina sotto l'azione degli enzimi viene prodotta la norepinefrina, e da essa già l'adrenalina, che è il prodotto finale della biosintesi della catecolamina.

Quindi, abbiamo trattato un po 'gli ormoni, ora elenciamo direttamente le cause endocrine dell'ipertensione:

  1. Un feocromocitoma è un tumore surrenale che provoca un aumento della produzione di catecolamine. Nel 15% dei casi, non è nelle ghiandole surrenali, ma nella cavità addominale o nel torace.
  2. Iperaldosteronismo primario - un tumore in una o entrambe le ghiandole surrenali, a causa del quale viene prodotto troppo aldosterone.
  3. La sindrome di Itsenko-Cushing, nota anche come ipercortisolismo, è una malattia in cui viene prodotto troppo cortisolo. Nel 65-80% dei casi è dovuto a problemi con la ghiandola pituitaria, nel 20-35% dei casi è dovuto a un tumore in una o entrambe le ghiandole surrenali.
  4. Acromegalia - un eccesso di ormone della crescita nel corpo a causa di un tumore nella ghiandola pituitaria.
  5. L'iperparatiroidismo è un eccesso di ormone paratiroideo (ormone paratiroideo) prodotto dalle ghiandole paratiroidi. Da non confondere con la ghiandola tiroidea! Il paratormone aumenta la concentrazione di calcio nel sangue a causa del fatto che questo minerale lava via dalle ossa.
  6. Iper-e ipotiroidismo - un aumento o diminuzione del livello degli ormoni tiroidei.

Se non trattate queste malattie, ma date semplicemente le pillole del paziente per l'ipertensione, allora di solito non consente di ridurre la pressione. Per riportare la pressione alla normalità, per evitare un infarto e ictus, è necessario partecipare al trattamento di un'intera squadra di medici competenti - non solo un endocrinologo, ma anche un cardiologo e un chirurgo con le mani d'oro. La buona notizia è che negli ultimi 20 anni le possibilità di trattare l'ipertensione endocrino sono aumentate in modo significativo. La chirurgia è diventata molto più sicura ed efficiente. In alcune situazioni, l'intervento chirurgico tempestivo consente alla pressione sanguigna di essere così normalizzata che è possibile annullare l'assunzione costante di pillole per l'ipertensione.

Il problema è che tutte le malattie sopra elencate sono rare e complesse. Pertanto, non è facile per i pazienti trovare medici in grado di trattarli in buona fede e con competenza. Se sospetti l'ipertensione a causa della causa endocrina, tieni presente che l'endocrinologo di guardia della clinica cercherà sicuramente di darti un calcio. Ha bisogno dei tuoi problemi, né per soldi, né per niente. Cerca l'esperto esperto di recensioni di amici. Certamente sarà utile andare al centro regionale, e anche alla capitale del tuo stato.

Di seguito sono riportate informazioni dettagliate che ti aiuteranno a capire il corso del trattamento: perché stanno facendo questo o quell'evento, prescrivere farmaci, come prepararsi per la chirurgia, ecc. Si noti che oggi non esiste un solo studio serio importante tra i pazienti con ipertensione endocrina. risponderebbe ai criteri della medicina basata sull'evidenza. Tutte le informazioni sui metodi di trattamento, che sono pubblicate su riviste mediche e poi in libri, sono raccolte "con il mondo su una corda". I medici si scambiano esperienze l'un l'altro, gradualmente lo generalizzano e così appaiono le raccomandazioni universali.

feocromocitoma

Un feocromocitoma è un tumore che produce catecolamine. Nell'85% dei casi, si trova nella parte cerebrale delle ghiandole surrenali e nel 15% dei pazienti nella cavità addominale o nel torace. È estremamente raro che un tumore che produce una catecolamina si manifesti nel cuore, nella vescica, nella prostata, nel pancreas o nelle ovaie. Nel 10% dei pazienti, il feocromocitoma è una malattia ereditaria.

Questo di solito è un tumore benigno, ma nel 10% dei casi è maligno e metastatizza. In? casi, produce adrenalina e norepinefrina, in? casi - solo norepinefrina. Se il tumore è maligno, può anche produrre dopamina. E di solito non esiste alcuna relazione tra la dimensione del feocromocitoma e quanto abbondantemente produce ormoni.

Tra tutti i pazienti con ipertensione arteriosa, circa 0,1-0,4%, vale a dire, 1-4 pazienti su 1000 riscontrano feocromocitoma. Allo stesso tempo la pressione può essere aumentata per tutto il tempo o attacchi. I sintomi più comuni sono mal di testa, aumento della sudorazione e tachicardia (palpitazioni). Se la pressione sanguigna è elevata, ma questi sintomi non esistono, allora il feocromocitoma è difficilmente la causa. Inoltre, ci sono tremolio della mano, nausea, vomito, disturbi visivi, attacchi di paura, pallore improvviso o viceversa, arrossamento della pelle. A proposito di te? i pazienti hanno livelli di glicemia stabilmente o a volte elevati e persino zucchero nelle urine. Allo stesso tempo, la persona perde inspiegabilmente peso. Se il cuore è influenzato da un livello aumentato di catecolamine nel sangue, si sviluppano sintomi di insufficienza cardiaca.

La frequenza dei principali sintomi del feocromocitoma

Accade che il feocromocitoma procede senza sintomi. In questi casi, le principali lamentele dei pazienti sono segni di crescita del tumore, cioè dolore all'addome o al torace, sensazione di sovraffollamento, schiacciamento degli organi interni. In ogni caso, per sospettare questa malattia, è sufficiente rilevare contemporaneamente ipertensione, aumento della glicemia e segni di metabolismo accelerato sullo sfondo di normali livelli di ormoni tiroidei.

diagnostica

I sintomi del feocromocitoma non sono semplici, sono diversi nei diversi pazienti. Pertanto, è impossibile formulare una diagnosi solo sulla base dell'osservazione visiva e dei reclami dell'udito dei pazienti. È necessario cercare e identificare i segni biochimici di aumento della produzione di adrenalina e noradrenalina. Questi ormoni sono escreti nelle urine sotto forma di composti di acido vaniglia-mandorla, metanefrina (prodotti metilati), nonché catecolamine libere. La concentrazione di tutte queste sostanze è determinata nell'urina quotidiana. Questa è una procedura diagnostica standard per feocromocitoma sospetto. Prima di eseguire i test in anticipo, i pazienti devono interrompere l'assunzione di farmaci in anticipo, che aumentano o, al contrario, inibiscono la produzione di ormoni catecolaminici nel corpo. Questi sono i seguenti farmaci: bloccanti adrenergici, stimolanti adrenergici, tra cui l'azione centrale, inibitori delle MAO e altri.

Se possibile, confrontare il contenuto nelle urine dei prodotti metabolici delle catecolamine in una situazione normale e immediatamente dopo una crisi ipertensiva. Sarebbe bene fare lo stesso con il plasma sanguigno. Ma per questo, si dovrebbe prendere il sangue attraverso un catetere venoso, che deve essere installato in anticipo in 30-60 minuti. È impossibile tutto questo tempo per mantenere il paziente a riposo, e poi che ha avuto una crisi ipertensiva nei tempi previsti. Un esame del sangue da una vena è uno stress di per sé, che aumenta la concentrazione di adrenalina e noradrenalina nel sangue e porta quindi a risultati falsi positivi.

Anche per la diagnosi di feocromocitoma utilizzare test funzionali in cui inibire o stimolare la secrezione di catecolamine. La produzione di questi ormoni può essere rallentata usando la clonidina (clonidina). Il paziente dona il sangue per l'analisi, quindi prende 0,15-0,3 mg di clonidina, e poi ancora una volta dona sangue dopo 3 ore. Confronta il contenuto di adrenalina e norepinefrina in entrambe le analisi. O controllare come l'uso della clonidina sopprime la produzione notturna di catecolamine. Per fare questo, fai urinare raccolti durante il periodo notturno. In una persona sana, dopo aver assunto la clonidina, il contenuto di adrenalina e noradrenalina nell'urina notturna diminuirà significativamente, e in un paziente con feocromocitoma, no.

Vengono anche descritti i test di stimolazione, in cui i pazienti ricevono istamina, tiramina e, meglio di tutti, glucagone. Dal ricevere farmaci stimolanti nei pazienti con feocromocitoma, la pressione sanguigna aumenta in modo significativo e il contenuto di catecolamine aumenta più volte, molto più che nelle persone sane. Per evitare la crisi ipertensiva, ai pazienti vengono somministrati bloccanti pre-alfa o antagonisti del calcio. Questi sono farmaci che non influenzano la produzione di catecolamine. I test di stimolazione possono essere usati solo con molta cautela, perché c'è il rischio di provocare una crisi ipertensiva e un incidente cardiovascolare in un paziente.

La fase successiva nella diagnosi di feocromocitoma è l'identificazione della posizione del tumore. Per fare ciò, condurre la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica. Se il tumore è nelle ghiandole surrenali, di solito è facilmente rilevabile, spesso anche con l'aiuto di un'ecografia, che è l'esame più accessibile. Ma se il tumore non si trova nelle ghiandole surrenali, ma da qualche altra parte, allora sarà possibile identificarlo, in gran parte dipende dall'esperienza e dalla volontà di vincere, che il medico mostrerà. Di regola, il 95% dei feocromociti si trova nelle ghiandole surrenali, se la loro dimensione è maggiore di 1 cm e nella cavità addominale, se la loro dimensione è superiore a 2 cm.

Se l'utilizzo di una tomografia computerizzata o di una risonanza magnetica non è in grado di rilevare un tumore, è necessario eseguire la scansione dei radioisotopi utilizzando un agente di contrasto. Il paziente viene iniettato con il sangue in una sostanza che emette radioattività. Si diffonde in tutto il corpo, "illumina" vasi e tessuti dall'interno. Pertanto, l'esame a raggi X è più informativo. Metaiodobenzylguanidine è usato come agente di contrasto. La scansione dei radioisotopi utilizzando un mezzo di contrasto può causare insufficienza renale e ha anche altri rischi. Pertanto, è prescritto solo in casi eccezionali. Ma se i benefici sono più alti del rischio potenziale, allora devi farlo.

Possono anche testare la catecolamina del sangue, che scorre dal luogo in cui si trova il tumore. Se la definizione di questo luogo non è sbagliata, la concentrazione di ormoni sarà parecchie volte superiore a quella del sangue prelevato da altre navi. Tale analisi è prescritta se il feocromocitoma si trova nelle ghiandole surrenali. Tuttavia, questa è un'analisi difficile e rischiosa, quindi cercano di farne a meno.

trattamento

Per il trattamento del feocromocitoma viene eseguita la chirurgia per rimuovere il tumore, se non vi sono controindicazioni. La buona notizia per i pazienti è che negli ultimi anni i chirurghi hanno introdotto la laparoscopia. Questo è un metodo di operazioni in cui l'incisione sulla pelle è molto piccola e anche il danno minimo viene effettuato all'interno. A causa di ciò, il recupero richiede non più di 2 settimane e prima c'era una media di 4 settimane. Dopo l'intervento chirurgico, oltre il 90% dei pazienti ha una diminuzione persistente o addirittura completa la normalizzazione della pressione arteriosa. Pertanto, l'efficacia del trattamento chirurgico del feocromocitoma è molto alta.

Se risulta che è impossibile rimuovere chirurgicamente un tumore, allora viene irradiato e viene prescritta la chemioterapia, soprattutto se c'è una metastasi. Le radiazioni e la chemioterapia sono chiamate "metodi di trattamento conservativo", cioè senza chirurgia. Come risultato del loro uso, le dimensioni e l'attività del tumore sono ridotte, grazie alle quali la condizione dei pazienti migliora.

Quali pillole per la pressione prescritte per il feocromocitoma:

  • bloccanti alfa-adrenergici (prazosina, doxazosina, ecc.);
  • Phentolamine - endovenosamente, se necessario;
  • Labetalolo, carvedilolo - combinati alfa e beta-bloccanti;
  • antagonisti del calcio;
  • farmaci ad azione centrale - clonidina (clonidina), agonisti del recettore dell'imidazolina;
  • metiltyrosina è un bloccante della sintesi della dopamina.

Durante l'operazione, si consiglia all'anestesista di evitare fentanil e droperidolo, perché questi farmaci possono stimolare la produzione supplementare di catecolamina. La funzione del sistema cardiovascolare del paziente deve essere attentamente monitorata in tutte le fasi del trattamento chirurgico: con l'introduzione dell'anestesia, quindi durante l'operazione e il primo giorno successivo. Perché gravi aritmie, un forte calo di pressione, o viceversa, sono possibili crisi ipertoniche. Affinché il volume di sangue circolante rimanga sufficiente, il paziente deve ricevere abbastanza liquido.

2 settimane dopo l'intervento, si raccomanda di passare un test delle catecolamine nelle urine. A volte nel tempo si verificano recidive del tumore o vengono rilevati feocromocitomi aggiuntivi, ad eccezione di quello rimosso. In questi casi, è raccomandata una chirurgia ripetuta.

Iperaldosteronismo primario

Ricordiamo che l'aldosterone è un ormone che regola il metabolismo di acqua e minerali nel corpo. Viene prodotto nella corteccia surrenale sotto l'influenza della renina, un enzima sintetizzato dai reni. Iperaldosteronismo primario - un tumore in una o entrambe le ghiandole surrenali, a causa del quale viene prodotto troppo aldosterone. Questi tumori possono essere di diversi tipi. In ogni caso, la produzione eccessiva di aldosterone porta al fatto che il livello di potassio nel sangue diminuisce e la pressione sanguigna aumenta.

Cause e trattamento dell'iperaldosteronismo primario